5G in Italia, 10 Gb al secondo per tutti con Huawei e Telecom Italia

Il 10 febbraio Huawei ha organizzato il 5G@Europe Summit di Monaco. Un evento con tutti gli operatori europei ed esperti del settore per fare il punto sulla 5G. Si parla di 2020 e una rivoluzione paradigmatica non solo per le prestazioni (10 Gbps).

5G@Europe Summit di Monaco. Quando in redazione mi hanno detto che avrei dovuto partecipare il 10 febbraio a un evento in Germania dove si parlava di 5G a stento ho trattenuto il sorriso. Ovviamente ho pensato a birre, salsicce e prosperose cameriere in abito bavarese. Poi nel mio sogno ad occhi aperti si è fatta largo la curiosità. 5G? "Ma se in Italia a malapena abbiamo la 4G!"

Ok, da inviato scrupoloso ho deciso di preparami a dovere. L'Hofbräuhaus, la birreria più famosa del mondo dove Hitler enunciò i 25 punti programmatici del suo programma, è in Platzl 9. A proposito, perdibile: menu turistico e conversazioni deliranti, come in passato. Deutsches Museum, dedicato a scienza e tecnica, è in Museumsinsel 1. E così via…

5G@Europe Summit di Monaco

Fino a che ho deciso di guardare il programma inviatomi dai precisissimi e cortesi PR di Huwaei. Leggo l'elenco degli invitati e mi cade la mascella. Vodafone, BMW, Telecom Italia, Fraunhofer Institute, Nokia, Telefonica, NTT Docomo… In pratica tutti i responsabili ricerca delle più importanti telco, e non solo, riuniti nell'albergo Sofitel di Monaco per una one-day a porte chiuse sulla 5G.

Beh, prima di andare avanti ammetto che a salsiccia e birra bavarese non ho resistito. Le cameriere le ho solo intraviste. La 5G è una rivoluzione pazzesca. La maggior parte delle chiacchiere sulla telefonia mobile di quinta generazione al momento sono incomprensibili, a meno di essere ingegneri o tecnici super esperti.

Fatto. In tre righe o vi ho conquistato e quindi proseguirete nella lettura. Oppure tornerete al vostro Angry Birds. E avrò fallito miseramente.

Ora che siamo rimasti in pochi intimi, vi prometto che non è mia intenzione farvi addormentare.