Guida: come trasformare Windows 8 in Windows 7

La nuova interfaccia di Windows 8 potrebbe non piacere a tutti: ecco come si può riottenere un sistema operativo simile a Windows 7.

Windows 8: prendere il meglio con il peggio

Ogni volta che Microsoft presenta una nuova versione di Windows il pubblico quasi si spacca sempre in due. Windows XP ha avuto qualche problema iniziale a causa del codice largamente riscritto, ma i cambiamenti dell'interfaccia (salvo i colori) furono lievi, permettendo agli utenti di adattarsi velocemente. Windows Vista, anche se non molto diverso dai predecessori, apportò altre interessanti modifiche all'interfaccia, anche se il suo fallimento non fu da imputare di certo a questo.

Il rapido aggiornamento a Windows 7, una versione nettamente migliorata di Windows Vista, è la prova che le piccole modifiche all'interfaccia si possono far digerire al grande pubblico. Quale sarà invece l'accoglienza riservata a Windows 8? Microsoft ha sostituito la tradizionale interfaccia desktop con quella che fino a poco tempo fa veniva chiamata Metro.

Questa UI, già vista in Windows Phone 7, è creata principalmente per rispondere a comandi touch, il che potrebbe creare problemi al classico uso su PC, dove mouse, tastiera e grandi monitor la fanno ancora da padrone. La nuova interfaccia potrebbe guadagnare il consenso del pubblico generalista, e forse far storcere la bocca ai cosiddetti power user.

Prendete come esempio la semplice operazione di spegnimento del computer. In Windows 7 questo poteva essere fatto in due click del mouse, in Windows 8 invece dovete spostare il vostro mouse sul lato destro dello schermo e tenerlo lì per qualche istante in modo da far apparire la "Charms Bar", quindi cliccare su Impostazioni, cliccare sull'icona Arresta e poi cliccare ancora su Arresta il sistema. Dal punto di vista di un power user è una perdita di tempo.

Ovviamente questo non vuol dire che Windows 8 non ha nessuna funzione che possa piacere ai power user. Ad esempio il supporto nativo all'USB 3.0 e i tempi di avvio rapidissimi sono ottime caratteristiche, come i miglioramenti al Task Manager (Gestione Attività) e al supporto RAID.

La grande domanda è se i benefici apportati da Windows 8 possano sopperire alla perdita – o meglio al passaggio in secondo piano - della tradizionale interfaccia desktop. Probabilmente molti risponderebbero a questo domanda con un fermo "NO", ma è comunque possibile modificare Windows 8 per avere il meglio da entrambi i mondi, vediamo come fare.