Il Gigante Supermercati ottimizza la gestione delle scorte

JDA Advanced Warehouse Replenishment supporterà il Gigante Supermercati nell'ottimizzare la gestione delle scorte e il servizio ai clienti

JDA Software, società che sviluppa soluzioni per la gestione dei processi di supply chain, pianificazione della produzione, retail planning, store operation e category management, ha annunciato che la catena italiana di supermercati Il Gigante ha scelto la sua soluzione JDA Advanced Warehouse Replenishment per migliorare la visibilità e le previsioni delle scorte e dei livelli di stock, far meglio fronte alla domanda dei consumatori, ridurre i costi e mantenere allo stesso tempo il livello di profittabilità.

ILGIGANTE1
Il Gigante

Il Gigante Supermercati, fondata nel 1972, è una società del settore alimentare storicamente focalizzata sulla qualità dei cibi freschi e con un forte attenzione alla soddisfazione del cliente. Il suo obiettivo, ha dichiarato l'azienda, è di offrire alla clientela i prodotti migliori a prezzi competitivi, nel rispetto delle policy di corporate social responsibility.

JDA Advanced Warehouse Replenishment, ha spiegato JDA, permetterà a Il Gigante di disporre di previsioni delle promozioni, sia stagionali che a livello di singolo punto vendita, in modo da poter definire policy di gestione ottimizzate delle scorte, il miglioramento del processo di ordering, la riduzione degli stock e dei costi di logistica di magazzino.

Il progetto rientra nel piano di innovazione che  Il Gigante ha intrapreso per migliorare la soddisfazione della domanda dei clienti, con un'attenzione particolare verso la riduzione dei costi e il miglioramento del livello di profittabilità attraverso un processo rinnovato di replenishment. L'obiettivo della società è in sostanza la personalizzazione delle offerte a livello di singolo negozio in base alla domanda, mantenendo allo stesso tempo la profittabilità del processo.

"Siamo orgogliosi di annoverare Il Gigante tra i nostri principali clienti e di supportarlo al meglio nell'affrontare le sfide di settore. Oggi i retailer sono sempre più sotto pressione per gestire in modo profittevole il principale asset finanziario, ovvero le scorte, riducendo i costi, le merci in eccesso, quelle non disponibili e le piccole spedizioni, oltre a ridurre le mancate vendite e migliorare il customer service. Per raggiungere questi obiettivi, devono disporre di una completa visibilità in real-time sulle scorte sia nei punti vendita che in magazzino, non solo per ottimizzare il rifornimento degli scaffali con i giusti prodotti, ma anche per farlo in maniera redditizia, allocando al meglio le risorse per gestire il processo di replenishment, e consegnando i prodotti in modo efficiente", ha dichiarato Stefano Scandelli, Group Vice President Sales per il sud Europa di JDA.

Stefano Scandelli
Stefano Scandelli

Stock Keeping Unit ottimizzate

Come applicazione, JDA Advanced Warehouse Replenishment è una soluzione che ha l'obiettivo di consentire ai retailer di effettuare gli ordini nel modo più vantaggioso possibile , oltre a pianificare e ottimizzare le promozioni e gli assortimenti. Si basa su algoritmi avanzati che consentono agli acquirenti di formulare domande precise per ogni Stock Keeping Unit e gli oggetti che vi sono  contenuti ed ottenere come risposta una chiara visione delle vendite e della rotazione dei prodotti basata su pattern reali e misurabili.

La soluzione permette anche di valutare i bisogni di acquisto delle promozioni pianificate e incorpora in modo automatico i vincoli di distribuzione dei centri. Tramite una pianificazione e un processo specifico per la gestione degli acquisti a lungo termine, le aziende, spiega JDA, sono in grado di ridurre gli investimenti nelle scorte ottenendo risultati tangibili e misurabili in termini di profittabilità, garantendo al contempo servizi di elevata qualità alla clientela.

"Abbiamo scelto JDA per la comprovata esperienza in ambito supply chain end-to-end nel settore retail food. Siamo soddisfatti dal supporto fornito dal team locale e guardiamo con fiducia al completamento del piano di implementazione, ad oggi temporalmente rispettato, che ci permetterà di allocare al meglio le risorse per la gestione del processo di replenishment, e avere una visibilità più accurata della disponibilità dello stock basata sulla domanda, riducendo le scorte e i costi legati alla logistica di magazzino", ha dichiarato Giorgio Panizza, responsabile acquisti de Il Gigante.