Mitel MiCollab: la UCC che coniuga Mobility e Cloud

Collaborare in Audio, Web e Video Conferencing indipendentemente dal dispositivo e dove ci si trova è il modo rapido per rendere dinamico e produttivo il lavoro

Sempre più la dinamica del business porta ad operare in un contesto globale, con gruppi di lavoro sparsi su più uffici, a fruire di risorse ICT virtuali accessibili ovunque. Non si sottrae a questa forte dinamica evolutiva il posto di lavoro, che da fisso si trasforma a sua volta in virtuale e in smart working.

In sostanza, il lavoro non ha più quella corrispondenza biunivoca con la scrivania che aveva solo pochi anni fa, quando le reti mobili a larga banda o il cloud erano solo concetti astratti e futuribili.

Mitel Mobility UC Client 2
MiCollab è la soluzione di UCC di Mitel per comunicare ovunque

Se la Mobility è oramai un dato di fatto e la virtualizzazione del workplace in forte progressione, non va negato il fatto che con le organizzazioni che finiscono con l'essere costituite da culture, linguaggi e siti diversi il problema di come comunicare e farlo in modo istantaneo, produttivo e familiare con le persone necessarie per la concretizzazione del business, prendere decisioni e comunicarle rapidamente, assume una valenza primaria se si desidera mantenere la propria competitività ed espandere il proprio mercato.

Con una media dei dipendenti che in toto o in percentuale significativa svolgono le proprie funzioni all'esterno dell'azienda che si approssima rapidamente al 30% , diventa necessario adeguare i processi di business, rivedere la struttura decisionale o organizzativa, disporre di dispositivi in grado di garantire la comunicazione nel modo più familiare possibile, assicurare la sicurezza di dati e dispositivi.

Bisogna altresì permettere di interagire in voce, video o dati a seconda dell'interlocutore e dell'esigenza del momento, accedere ai dati aziendali in modo sicuro e, non ultimo, poter fruire di volta in volta e in modo automatico dell'infrastruttura di comunicazione che rappresenti il connubio ottimale tra esigenze di rapidità e di costi.

Con il workplace che si virtualizza e lo smart working che si diffonde come nuovo paradigma serve in sostanza non solo una nuova organizzazione aziendale, ma anche una soluzione di comunicazione quanto più possibile unificata che renda un dipendente sempre raggiungibile, in modo da non perdere occasioni di business o rallentare il workflow e che gli permetta allo stesso tempo di interagire, condividere, elaborare e accedere in voce e dati a tutte le informazioni necessarie.