Storia di Android: l'era di Jelly Bean

Nel 2013 la versione Android di riferimento era Jelly Bean. HTC stupì il mondo con il suo smartphone HTC One M7 e Samsung rispondeva con uno sforzo di marketing dalle proporzioni bibliche. LG entrava in competizione con il G2, e Google ampliava i propri orizzonti con nuovi dispositivi.

Questa è la sesta parte della Storia di Android. Qui sotto trovate i link agli episodi precedenti:

  1. Storia di Android: il primo vagito di Android
  2. Storia di Android: le prime versioni e l'interfaccia grafica
  3. Storia di Android: Android gioca in grande
  4. Storia di Android: la trasformazione di Android
  5. Storia di Android: l'ascesa di Samsung

Introduzione

jellybean statue

Android Jelly Bean è stata la più longeva tra le versioni di Android, dalla 4.1 dell'estate 2012 fino all'inverno 2013, quando arrivò KitKat. Era un momento importante per la maturazione di Android come piattaforma: Google rendeva il sistema operativo sempre più fluido e più stabile, su un numero sempre maggiore di dispositivi, e allo stesso tempo poneva le basi per sviluppi futuri come Android Wear.

In questo sesto articolo vedremo come la concorrenza si fece sempre più accesa nell'era di Jelly Bean, e grazie ad essa arrivarono sul mercato alcuni tra i migliori dispositivi mai visti. Vedremo come Google tentò, e fallì, di portare la versione stock di Android al pubblico di massa con il programma Google Play Editions. E torneremo ai primi giorni dei dispositivi indossabili, compreso il primo smartwatch per il mercato di massa, vale a dire il Samsung Galaxy Gear.