Windows 8, l'interfaccia è il peggior difetto e la migliore scommessa

Jakob Nielsen, il guru mondiale dell'usabilità, boccia Windows 8 senza mezzi termini e lo definisce deludente per la sua usabilità. Non tutti però sono d'accordo con lui, e in molti credono che con il tempo ci abitueremo alle novità.

Introduzione

Negli ultimi giorni si è discusso molto sul successo in Windows 8 in termini di vendite, tra chi dice che è un successo e chi invece afferma che i clienti stanno rispondendo male – se non altro perché è il mercato stesso dei PC a segnare il passo. Un dibattito a cui si è aggiunta recentemente la voce di NewEgg, un noto sito di ecommerce statunitense i cui clienti sembrano poco interessanti alle licenze su DVD. Numeri e opinioni restano discordanti, così come il giudizio sul sistema operativo stesso e la sua interfaccia.

In ogni caso a lungo termine Windows 8 diventerà il sistema operativo di riferimento, perché mano a mano che le persone compreranno nuovi PC se lo ritroveranno preinstallato. Ciò non significa che lo apprezzeranno, e infatti sono in molti a credere che Microsoft abbia fatto degli errori. E tra i detrattori ieri si è aggiunta una delle voci più autorevoli al mondo, cioè quella di Jackob Nielsen - uno dei maggiori esperti in fatto di usabilità.

Si capisce cosa è cliccabile?

Nielsen tuttavia non è l'unico esperto di usabilità al mondo, e prevedibilmente il suo giudizio su Windows 8 ha portato ad accese reazioni un po' ovunque. È difficile controbattere quando a parlare è un'autorità in materia, ma vale senz'altro la pena di prendere in considerazione almeno un secondo parere; per questo abbiamo sentito José Compagnone, docente presso L'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, specializzato proprio in usabilità e web marketing.