APU AMD A8-3500M, ecco a voi Llano

di Don Woligroski, 14 giugno, 2011 06:00

Recensione - Test della APU AMD A8-3500M, nome in codice Llano, per notebook.

 

Introduzione

Subito dopo la fine del secolo scorso, AMD fece una grande scommessa sul K8 - meglio conosciuto come Athlon 64 - e diede un taglio all'aumento delle frequenze di lavoro in modo da eseguire più istruzioni per clock, oltre che sulle estensioni a 64 bit native. Nel frattempo, Intel aveva fatto leva sulla superiorità produttiva per spingere il più possibile l'architettura NetBurst. L'azienda aveva infatti dichiarato di aspettarsi un Pentium 4 a 10 GHz in tempi non troppo lunghi.

Le frequenze elevate dei Pentium 4 portarono Intel a scontrarsi con gli spessi muri della fisica e del consumo energetico e, alla fine, il limite realistico si è rivelato essere vicino ai 4 GHz. Se in quel periodo volevate la CPU più veloce al migliore prezzo, probabilmente avreste acquistato un Athlon 64; i processori Pentium 4 costavano di più e offrivano di meno. Il mercato ci mise un po' a capirlo, ma Davide (AMD) stava battendo Golia (Intel).

Intel naturalmente non rinunciò alla competizione, e si sveglio presto dal torpore. L'azienda passò dall'architettura NetBurst dei P4 a quella Core, nata dagli sforzi fatti nel settore mobile. Naturalmente si rivelò una soluzione migliore, più veloce e meno affamata di energia. In seguito arrivò il Core i7 Nehalem, seguito recentemente dalle CPU desktop Sandy Bridge Core i3, i5 e i7.

In tutto questo susseguirsi di eventi, AMD ha permesso che il suo inaspettato vantaggio si contraesse sempre di più, fino a sparire. Per essere chiari e onesti, i migliori processori Phenom II si confrontano al meglio con i Core 2 Quad più che con i moderni Core i7. Infatti il dual-core Core i3 2100, prodotto a 32 nanometri, riesce a tenere testa a un quad-core Phenom II X4 955 (45nm) in molti test.

AMD è quindi a più di una generazione di distanza da Intel quando si parla di prestazioni nell'ambito delle CPU desktop e continua ad affidarsi all'architettura Stars che è stata introdotta più di due anni fa. L'azienda riesce a "tirare avanti" aggiungendo un centinaio di MHz alle frequenze più o meno ogni due mesi, ma quando il principale avversario presenta una nuova architettura, è quasi impossibile competere con semplici incrementi di frequenze. Francamente è difficile raccomandare una piattaforma AM3, oggi come oggi.

Forse per trovare una maggiore competitività AMD nel 2006 acquistò ATI, il produttore delle note schede grafiche Radeon. Poco dopo AMD annunciò l'iniziativa Fusion, con il piano di combinare CPU e GPU sullo stesso die. Ci sono voluti cinque anni ma i primi processori Fusion sono arrivati sul mercato all'inizio di quest'anno, con la piattaforma Brazos e le APU della serie E e C, pensate per i netbook. Secondo AMD le vendite nel primo trimestre sono state un successo. Da un punto di vista della grafica, nessuna piattaforma Intel Atom può competere. Brazos è migliore di Atom anche quando quest'ultimo è affiancato alla piattaforma Nvidia Ion 2.

I netbook a basso consumo sono il mercato ideale per Fusion, ma i segmenti desktop e notebook sono molto più competitivi. Tutti i processori Core i3, i5 e i7 Sandy Bridge sono stati equipaggiati con Intel HD Graphics, una soluzione in grado di gestire operazioni di produttività in Windows, di riproduzione di video e persino il gaming leggero. Se Fusion vuole dare una dimostrazione di forza deve offrire qualcosa di speciale: prestazioni da vera scheda video dedicata insieme a capacità di calcolo degna di una CPU competitiva.

Oggi diamo un primo sguardo alla APU Llano, che è stata pensata per i settori desktop e mobile. Vedremo se la scommessa di AMD, fatta nel 2006, pagherà nel 2011. Gli attuali Phenom II e Athlon II hanno poco da offrire oltre i 100 euro rispetto agli avversari, tranne in quei pochi casi in cui si usano applicazioni molto ottimizzate per il calcolo parallelo (threaded); in questo caso le CPU Phenom II X6 potrebbero essere ancora indicate. In generale però i chip Sandy Bridge prendono a schiaffi le soluzioni AMD per prestazioni, consumi e valore complessivo.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (56)

1/6 avanti   
Kurtferro 14/06/2011 06:16
-45
non capisco perche dovrei giocare con una vga integrata nella cpu, sono cpu da ufficio, devono consumare poco non fare 50fps in crysis.. tanto ti mettono le vga dedicate anche nei portatili, ma buldozer si vedrà mai?
SkinNner 14/06/2011 06:19
+23
ottima mossa. la durata dei portatili è un punto fondamentale. llano è in vantaggio +2 anche per la grafica superiore a intel
Raffo1983 14/06/2011 08:01
+9
fusion è davvero un progetto ben riuscito, grande AMD continua così!
1221 14/06/2011 08:12
+11
"Ora è il momento di dare un'occhiata all'autonomia media giornaliera. Attualmente AMD definisce "intera giornata lavorativa" come 8 ore di autonomia con un sistema Windows acceso e in idle - visualizzando solo il desktop, senza fare altro. Usare questo tipo di metrica e senza alcuna scusa ridicolo. Nessuno accende il proprio notebook e lo lascia acceso senza farci nulla per un'intera giornata lavorativa. AMD dovrebbe evitare di nascondersi dietro paroloni marketing, e dimostrare quello che i proprio ingegneri sanno fare veramente."


non ricordo di aver mai letto da parte vostra commenti così sprezzanti sulle sparate marketing di nvida ad esempio ricordo ancora bene l'articolo sulla gtx 480, la "gpu singola più veloce del mondo" che è stato cavallo di battaglia per mesi perchè i verdi non sapevano come rispondere all'arrembante ati/amd e di esempi ce ne sarebbero tanti (anche il comparto physx da voi definito addirittura VALORE AGGIUNTO).



comunque ste apu non mi convincono, sono troppo deboli dal lato cpu. spero che amd sia già all'opera per proporci qualcosa di meglio e comunque tutto si baserà sul prezzo. alla fine alla gente interessa molto il portafogli e queste proposte potrebbero letteralmente cannibalizzare tutti i notebook di fascia bassa (quelli attualmente basati su celeron, sempron, celeron dual core, pentium dual core e core i3).
Valerio Porcu 14/06/2011 08:17
-1

 Originariamente inviata da 1221

non ricordo di aver mai letto da parte vostra commenti così sprezzanti sulle sparate marketing di nvida



Ciao. Credo che ricordi male, quando Nvidia presentò una falsa scheda Fermi non fummo per nulla teneri. Anzi, pubblicammo un articolo apposta per criticare quella scelta. Detto questo, è anche vero che non capita spesso di confrontarsi con affermazioni come quella sull'autonomia misurata in idle.
grng 14/06/2011 08:26
+1
Grande passo in avanti sul lato consumi, prestazioni non mi sembrano niente di eccezionale invece
Human_Sorrow 14/06/2011 08:26
0
GPU ottima.
CPU scarsina.
Autonomia interessante.

Sinceramente se devo giocare non prenderei questo tanto meno e mi serve un pc da home/office.
Direi più adatti al casual gamer/giocatore itinerante.
Darkwave 14/06/2011 08:30
+24

 Originariamente inviata da Kurtferro

non capisco perche dovrei giocare con una vga integrata nella cpu, sono cpu da ufficio, devono consumare poco non fare 50fps in crysis.. tanto ti mettono le vga dedicate anche nei portatili, ma buldozer si vedrà mai?



Appunto non capisci.
1- Llano è un prodotto per un notebook
2- In un notebook una scheda video discreta si mette (è quello che hanno fatto fino ad ora a parte quella cosa di intel che chiamare grafica integrata è eufemistico)
3- Integrando la parte grafica nel DIE si abbattono consumi e si alzano prestazioni (e il grafico che fa vedere il consumo dovrebbe proprio farti capire questo).
4- In molte case ormai il notebook sta rimpiazzando il desktop vuoi per gli spazi vuoi per i consumi.

Inoltre hai letto nell'articolo che il sistema messo in campo è in grado di fare operare insieme la scheda video integrata e una eventuale discreta fuori aumentandone le prestazioni, vero?

Tradotto solo tu pensi che siano CPU da ufficio - poi se per te da ufficio vuol anche dire da segretaria (word + internet e posta) allora bastano i netbook con un monitor esterno e una tastiera (o un nettop).

Io sinceramente a pari costo (o anche leggermente superiore) preferirei un portatile equipaggiato di uno di questi chip rispetto a qualsiasi altro con grafica integrata di Intel.
Inoltre concordo con chi ha scritto nell'articolo che chi compra un portatile non capisce che la cpu va meglio con word o nella navigazione internet, ma vede che vanno uguali i 2 nelle applicazioni normali e che questa va meglio ovunque serva la grafica (basta la demo di un gioco a caso per dimostrarlo).
DavidEnjoy 14/06/2011 08:44
+3
scusate m devo proprio dirlo.. ecco a voi ll'ano! scherzi a parte, credo che adesso inizierò a prendere in considerazione un bel notebook con questa piattaforma tra i miei prossimi acquisti
Raffo1983 14/06/2011 08:52
+2

 Originariamente inviata da Human_Sorrow

GPU ottima.
CPU scarsina.
Autonomia interessante.

Sinceramente se devo giocare non prenderei questo tanto meno e mi serve un pc da home/office.
Direi più adatti al casual gamer/giocatore itinerante.



si ma questa è la apu con i consumi più contenuti, infatti con un uso intenso ha una autonomia quasi doppia a quella di intel, le versioni con tdp più alto avranno probabilmente anche prestazioni maggiori.
inoltre ci sarebbe da controllare cosa non ha funzionato con il turbo dato che pù volte non si sono rilevate prestazioni maggiori rispetto alla frequenza di base.
1/6 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
Guarda anche: Processori, AMD Fusion, AMD
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli