Estrarre oro dai componenti hardware, ecco come fare

di Wolfgang Gruener, Yannick Guerrini, 30 settembre, 2010 12:00

Introduzione

Clicca per ingrandire

L'oro è usato principalmente per la produzione di gioielli. Questo metallo, il cui simbolo chimico è Au, è tuttavia presente anche in gran parte dei prodotti elettronici in circolazione. Si usa perché ha un'eccellente conduttività termica ed elettrica, resiste all'ossidazione ed è inalterabile. L'industria dei computer ne usa diverse tonnellate ogni anno.

Questo metallo prezioso si trova praticamente in ogni componente del computer, dal processore alla scheda madre, comprese le schede di espansione, memoria RAM e così via. Naturalmente la quantità presente in ogni parte è infinitesimale. Negli ultimi anni tuttavia il costo dell'oro è sempre cresciuto, e ha dimostrato una stabilità senza pari. Sempre più persone ritengono che estrarlo da vecchi componenti sia un'attività redditizia, più che una miniera vera e propria. Per questo esistono diverse aziende specializzate in questo lavoro.

Oggi vi mostriamo come recuperare l'oro da una scheda madre, illustrandovi metodi che, su scala industriale, permettono a queste aziende di chiudere positivamente i bilanci.

Nota: i prodotti chimici che abbiamo usato sono estremamente pericolosi, soprattutto nelle concentrazioni necessarie per questa attività. Questo articolo ha un solo scopo dimostrativo, e vi esortiamo a non provarci a casa.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell