Guida: creare un CD di ripristino del sistema

di Marcel Binder, 18 febbraio, 2008 11:11

Ecco una guida per la creazione di un CD di ripristino, molto utile per resuscitare un sistema Windows.

 

Sistema di ripristino, un amico nel momento del bisogno

Installare nuovo hardware sul PC è diventato sempre più facile, ma non è detto che tutto vada sempre a buon fine. Può capitare, per esempio, di collegare una nuova scheda grafica, installare i driver, un veloce riavvio e… cosa? Perché cavolo non parte?

In casi come questi, il disco (CD o DVD) di Windows (2000/XP/Vista) offre poche opzioni di controllo dei danni, con la console di ripristino integrata. Manca, ad esempio, il supporto per la connessione di rete e non hanno un browser, entrambi essenziali per recuperare un driver o uno strumento di ripristino da Internet. Di fronte a un problema del tutto sconosciuto, Internet è spesso l'ultima risorsa per ottenere informazioni, prima di pagare qualcuno lo risolva per voi. E persino un professionista, talvolta, potrebbe non essere in grado di aiutarvi.

In casi come questi gli utenti e gli amministratori più esperti usano sistemi di ripristino e CD di diagnostica. Con questi strumenti è possibile, per esempio, leggere e copiare i dati di un hard disk, anche se il sistema operativo manca oppure è danneggiato. Se il problema è un virus che blocca l'avvio, l'unica via è un antivirus, avviato da un supporto sicuro. Un'opzione possibile è quella di trasferire il disco infetto all'interno di un altro computer, e controllarlo dalla "nuova" postazione. Oppure è possibile utilizzare un CD di ripristino avviabile, dotato di uno scanner antivirus integrato.

Ci sono diversi progetti che si propongono come risolutivi per il ripristino del PC da CD. Uno dei più popolari è Knoppix, basato su Linux Debian e attivato direttamente da CD dal cosiddetto Live System. In questo caso il sistema operativo non è installato, ma lavora direttamente dall'interno della RAM del computer. Tra le caratteristiche di Knoppix vi sono la rilevazione automatica dell'hardware, il ricco sistema di riparazione e ripristino di dati e strumenti per la diagnostica di rete e sicurezza. Il nostro obiettivo è quello di mostrarvi come preparare un disco di ripristino con un insieme di caratteristiche simile a quello di Knoppix.

Il nostro sistema sarà basato su Windows XP con SP2 integrato. Questa soluzione renderà la vita più facile alla maggioranza degli utenti, che così non saranno costretti a interagire con un sistema operativo non familiare. In questo articolo vi mostriamo come creare un CD di ripristino basato su Windows XP SP2, completo di utili strumenti che semplificano il processo di ripristino.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (13)

1/2 avanti   
jajuka83 18/02/2008 11:21
0
acidenti che bella guida! utile davvero, apena ho un po di tempo ci provo!
SenSiTive 18/02/2008 11:26
0
appena ho tempo provo di sicuro! avevo provato a fare un cd di ripristino con bart un paio di anni fa ma non avevo ne interfaccia xp ne driver ne la possibilità di avviarlo da usb con conseguente rimasterizzazione ad ogni aggiornamento dei software antivirus e similia..
i primi 5 gb del mio disco esterno saranno dedicati a questo coltellino svizzero! ^_^
the dark vash 18/02/2008 11:45
0
ottimo lavoro, complimenti alla redazione :D
GiovanniGTS 18/02/2008 12:05
0
Scusate ma fareste una cosa illegale mettendo un link ad una immagine gia' fatta da voi col procedimento mostrato?

ci sono limitazioni nella letura/scrittura di file system?

basandosi su vista anziche' su xp si supporterebbe in pieno anche la nuova versione di ntfs di vista?

thanx

gr8wings 18/02/2008 14:26
0
si ma chi NON ha il CD con incluso il SP2 come fa ? Io ho il cd originale 'ante' SP1, poi il cd con SP1, poi il cd con SP2 !
mascaos 18/02/2008 14:33
0

 Originariamente inviata da gr8wings

si ma chi NON ha il CD con incluso il SP2 come fa ? Io ho il cd originale 'ante' SP1, poi il cd con SP1, poi il cd con SP2 !



Per "integrare" l'SP2 non ci sono problemi ... esistono decine di utilità ... una molto semplice è nlite ... www.nliteos.com

che ha il pregio di fare anche altro cosa ma la puoi utilizzare anche solo per creare un WinXP SP2 partento da un qualunche CD di Win XP e il servicepack scaricato dal sito di "mamma" microzoz :P :D

Ciaoz
pixtar 18/02/2008 15:05
0
Bello ma troppo laborioso per i miei gusti. Personalmente continuo a consigliare ed usare DriveImages2002. Boot da CD/DVD, riconoscimento RAID, immagini compresse da 1 o 2Gb, e meno di 1 minuto per ripristinare l'intero sistema se l'immagine si trova su una partizione dell'hd...
A+
TheRaptus! 18/02/2008 16:09
0

 Originariamente inviata da pixtar

Bello ma troppo laborioso per i miei gusti. Personalmente continuo a consigliare ed usare DriveImages2002. Boot da CD/DVD, riconoscimento RAID, immagini compresse da 1 o 2Gb, e meno di 1 minuto per ripristinare l'intero sistema se l'immagine si trova su una partizione dell'hd...
A+


Quoto e straquoto!
Il solo problema è trovare DriveImage originale ... URKA!
Invece Ghost proprio non mi piace ... Imparerò ad usarlo quando questo ottimo programma invecchierà. Per adesso i suoi 6 anni non li dimostra
sopaug 18/02/2008 18:35
0
che dire... bello e utile, anche se questo non e' proprio un cd di ripristino, e' piu' un cd di rescue...

A chi si trova male con ghost e affini consiglio di provare acronis, che ormai e' entrato prepotentemente nel mondo business. Anche la versione home e' potentissima e costa davvero poco per quello che offre ;)
Ngh2 19/02/2008 01:27
0
Peccato che DI 2002 dia problemi con la NTFS di Vista, consiglio Acronis True Image 11, $49,00 e passa qualsiasi paura, del resto senza compressione è anche utilizzabile per il P2V !!!
1/2 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:

 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 - 3Labs Srl - A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli