OCZ RevoDrive 3 X2, fino a 1 gigabyte per secondo

di Andrew Ku, 01 settembre, 2011 08:00
   

Soluzione dei difetti del RevoDrive X2 e altri miglioramenti del RevoDrive X3


A prima vista, poco è cambiato da un RevoDrive X2 a un RevoDrive 3 X2, ma l'apparenza può ingannare. Basta osservare più da vicino e le differenze saltano fuori. Per prima cosa ci sono quattro controller SandForce SF-2200.

Inoltre, il collegamento di questi quattro controller al bus PCI è gestito in un modo molto più elegante, o comunque moderno.

Il RevoDrive X2 usa un controller PCI-X-to-SATA collegato a quattro porte del Silicon Image Sil3124, per creare l'equivalente di una configurazione RAID 0. Un chip bridge Pericom in questa configurazione inversa consentiva la conversione delle quattro linee PCI Express al PCI-X di quel vecchio controller. In tutto questo poteva subentrare un po' di latenza, ma l'equivalente di quattro Vertex 2 non era affatto frenato da questa configurazione.

Il RevoDrive 3 X2 è differente. OCZ si basa ora su un nuovo controller SuperScale, il che significa che abbiamo a che fare con una nuova architettura di archiviazione. OCZ afferma che questa soluzione risolve i problemi di compatibilità del RevoDrive X2 su certe schede madre.

La versione del controller SuperScale usato su RevoDrive 3 X2 è un dispositivo PCIe-to-SAS. Altre versioni permetteranno il supporto di differenti interfacce, ma in questo caso il design consente a OCZ di dimenticare il bridge aggiuntivo. È un collegamento diretto tra il controller SuperScale e i dispositivi SandForce.

L'obiettivo di OCZ non era però semplificare il design, ma piuttosto migliorare le prestazioni. L'approccio più mirato ai costi del RevoDrive X2 effettivamente introduceva un collo di bottiglia per i dispositivi futuri, poiché il chip bridge Pericom era limitato a velocità PCIe 1.1. Questo significa che il dispositivo raggiungeva 1 GB/s di traffico bidirezionale su un collegamento a quattro linee. Non era un limite accettabile per il nuovo RevoDrive, che dichiarava velocità superiori a 1 GB/s. Il controller SuperScale chiude il gap con un collegamento PCIe 2.0 x4, che effettivamente raddoppia il bandwidth a 2 GB/s.

Vi presentiamo VCA 2.0

I benefici del SuperScale non sono limitati a un layout del PCB più definito. Il nuovo controller offre anche la Virtual Controller Architecture (VCA) 2.0 di OCZ. Questo nuovo layer di virtualizzazione riduce l'overhead della CPU con algoritmi per il bilanciamento della coda e migliora l'accesso diretto alla memoria.

OCZ non parla di RAID 0 in riferimento all'organizzazione dei controller SandForce dietro all'hardware SuperScale. Quando in passato abbiamo chiesto qualcosa circa lo switching basato su FIS, l'azienda ha negato l'uso di quella tecnologia. In modo molto evasivo OCZ ha dichiarato di usare un'architettura proprietaria basata sul Queue Balancing Algorithm (marchio registrato) che usa il command queuing sia nativo che taggato per bilanciare il carico del disco, e raggiungere ciò che l'azienda definisce uno scaling quasi lineare.

VCA 2.0 aggiunge anche il supporto TRIM e SCSI Unmap; i comandi equivalenti che consentono di mantenere prestazioni e minimizzare la write amplification. Questa è una grande notizia perché, in precedenza, non era possibile inviare questi comandi ai dischi nell'equivalente di una configurazione RAID. Il sistema operativo infatti non può sapere su quali dischi cercare le pagine da ottimizzare, quindi non è semplicemente possibile gestire i dati invalidi in una configurazione "stripped". Il VCA 2.0 è in grado di farlo. In teoria sa che cosa succede "dietro il sipario", e permette di segnare le LBA corrette quando il sistema operativo invia il comando.

Sfortunatamente anche se il RevoDrive 3 X2 ha il VCA 2.0, come il suo predecessore, non ha ancora il supporto TRIM. Il controller SuperScale usa comandi SCSI sul PCIe, e TRIM è un comando ATA. Questo aiuta a spiegare perché OCZ usa driver StorPort SCSI. Cosa dire del comando SCSI Unmap? Unmap è per SCSI (o SAS in questo caso) ciò che TRIM è per il comando ATA.

Una scelta che porta a un ulteriore problema, perché Windows 7 non include il comando Unmap come parte del proprio driver stack nativo; OCZ ci sta lavorando. Per il momento tuttavia non aspettatevi la funzione TRIM.

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (14)

1/2 avanti   
noce 01/09/2011 10:03
-2
Premetto di capirne poco. Ho letto i dati alla prima pagina e mi sono impressionato, poi ho visto i test e sono sinceramente rimasto deluso. Da quello che risulta nei vostri test, il revodrive 3 ha prestazioni spesso equiparabili agli altri ssd, altre volte peggiori (equiparabili agli altri ocz), altre volte al galoppo tra un hd e un ssd. Le conclusioni sono due: o avete testato scenari di lavoro improbabili e nella realtà si comporta decisamente meglio, o avete testato scenari quotidiani e il suo meglio lo da solo in scenari apocalittici.
Pare che l'unico buon utilizzo di questo ssd sia di caricarlo al massimo e vedere quanto tempo resiste prima del blue screen of death. Ripeto di capirne poco.
evangelion01 01/09/2011 10:15
0
Bella rece , fatta bene. Unica cosa : dato che il revo3 è basato su sf2000, avete riscontrato i famosi bsod di cui pare essere affetto il controller? Anzi, qui il problema dovrebbe acuirsi, dato che ce ne sono 4...
fabry180384 01/09/2011 11:13
0
Sempre più contento dei miei due Crucial M4 in raid0 costano 1/3 e vanno più di questo giocattolino!
DjToffy 01/09/2011 11:15
+1

 Originariamente inviata da fabry180384

Sempre più contento dei miei due Crucial M4 in raid0 costano 1/3 e vanno più di questo giocattolino!


aggiorna il firmware... che vanno ancora di più
fabry180384 01/09/2011 11:23
0

 Originariamente inviata da DjToffy

aggiorna il firmware... che vanno ancora di più



Eh lo so solo che devo fare un backup smontare il raid fare un secure erase e aggiornare il firmware e poi rimontare raid e ripristinare il back up ci si perde tempo!
giax66 01/09/2011 12:31
0
"Se siete un appassionato e avete soldi da spendere, potete buttare l'occhio sugli SSD dotati di connessione PCIe. Oppure potete valutare di mettere diversi SSD SATA in configurazione RAID, ma probabilmente sacrificherete il supporto TRIM in Windows."

Ho due SSD Kingston in raid0, il supporto trim è perfettamente attivato grazie all'Intel matrix storage!!
Sicuramente da questo punto di vista di velocizzare il pc non ci penso per almeno 2-3 anni, ne sono soddisfatissimo!
frusciante 01/09/2011 14:46
0

 Originariamente inviata da giax66

"Se siete un appassionato e avete soldi da spendere, potete buttare l'occhio sugli SSD dotati di connessione PCIe. Oppure potete valutare di mettere diversi SSD SATA in configurazione RAID, ma probabilmente sacrificherete il supporto TRIM in Windows."

Ho due SSD Kingston in raid0, il supporto trim è perfettamente attivato grazie all'Intel matrix storage!!
Sicuramente da questo punto di vista di velocizzare il pc non ci penso per almeno 2-3 anni, ne sono soddisfatissimo!



Ne dubito, il trim non è attivabile col solo matrix storage in un raid hardware. l'unico modo per tenerlo attivo in raid è creare un raid software con win 7.Comunque sia il comando trim non è attivo per merito del matrix storage ma grazie al S.o. per il resto anch'io ho 2 m4 in raid0 software e devo dire che vanno benone, unico problemino è il limite sata 2 della mia mobo..
andreas9600 01/09/2011 15:28
0

 Originariamente inviata da redazione

Per andare oltre i limiti potrebbe interessarvi un sistema basato su un processore AMD, che richiede un controller aggiuntivo.

amd non richiede controller aggiuntivo
giax66 01/09/2011 16:48
0

 Originariamente inviata da frusciante

Ne dubito, il trim non è attivabile col solo matrix storage in un raid hardware. l'unico modo per tenerlo attivo in raid è creare un raid software con win 7.Comunque sia il comando trim non è attivo per merito del matrix storage ma grazie al S.o. per il resto anch'io ho 2 m4 in raid0 software e devo dire che vanno benone, unico problemino è il limite sata 2 della mia mobo..



Ok, risulta comunque attivo, verificabile con il comando "fsutil behavior query disabledeletenotify", complimenti per la configurazione.
giax66 01/09/2011 17:39
0
In aggiunta a quanto detto prima, forse ho sintetizzato troppo: intendevo dire che grazie ai nuovi driver intel matrix storage usciti in Novebre 2010 si ottiene una corretta visione della configurazione raid e grazie ai recenti firmware degli SSD che supportano nativamente il trim, questi può funzionare regolarmente, naturalmente solo con Seven, qui si tratta solo di hardware e software di recente uscita.
1/2 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
Guarda anche: Hard Disk e SSD, SSD, OCZ
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli