Adobe, Facebook e Twitter, paradiso dei criminali

di Valerio Porcu, 31 dicembre, 2009 10:26

Adobe sarà il bersaglio preferito degli attacchi informatici nel 2010, confermando una tendenza già vista nel 2009. Al centro del mirino la tecnologia Flash, presente in video, giochi e applicazioni, e Adobe Reader. Ce n'è anche per Facebook, Twitter.

Posizione poco invidiabile per Adobe.

"Ci aspettiamo che nel 2010 gli attacchi ai prodotti Adobe sorpasseranno quelli diretti contro Microsoft Office, quanto a numero di computer colpiti", si legge in un report di McAfee (pdf).

L'altro grande bersaglio, o meglio strumento di diffusione, saranno i social network. Come quest'anno, anche nel prossimo Facebook e Twitter saranno sfruttati per diffondere malware di ogni tipo.

Pericoli anche in HTML5 e Chrome OS, per il fatto che sono entrambi elementi chiave del passaggio al "tutto online", che probabilmente crescerà molto nel 2010.

McAfee ritiene che le botnet passeranno a modelli P2P, e che cominceranno a circolare trojan più sofisticati di quelli attuali, che prenderanno di mira direttamente i conti bancari.

Previsioni da cartomante o informazioni credibili? Quel che è certo è che si è parlato spesso delle vulnerabilità dei prodotti Adobe, così come del fatto che i social network offrono ai criminali la possibilità di sfruttare la "variabile fiducia" per indurre l'utente a cliccare su pagine dalle quali altrimenti si terrebbero alla larga.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell