ARM fa CPU per smartphone con la sicurezza integrata

di Elena Re Garbagnati, 04 aprile, 2012 15:08

ARM ha costituito una joint venture con Gemalto e Giesecke & Devrient per lo sviluppo di una soluzione integrata di sicurezza che renda più sicuri i prodotti mobili durante transazioni online, applicazioni di mobile banking, e-commerce e servizi premium. L'intenzione è quella di stabilire uno standard internazionale di sicurezza.

ARM ha siglato un accordo con Gemalto e con l'azienda tedesca Giesecke & Devrient, con cui ha costituito una joint venture che le consentirà di integrare nei suoi chip un sistema di sicurezza per i dispositivi mobili. Oltre a difendere dai malware in crescente aumento, questo sistema dovrebbe garantire maggiore sicurezza anche nelle transazioni online.

I tre partner si concentreranno sul miglioramento della sicurezza dei dispositivi mobile mediante lo sviluppo di un ambiente Trusted Execution (TEE) sulla base della consolidata tecnologia di sicurezza ARM TrustZone già presente nella gamma di chip Cortex A-Series. La parte software, unita a un supporto hardware avanzato, dovrebbe consentire la realizzazione di un ambiente sicuro con interfacce software standard del settore, come quelle di GlobalPlatform.

ARM progetterà chip più sicuri per dispositivi mobile, Smart-TV e console di gioco

Warren East, CEO di ARM, ha spiegato che "l'integrazione di hardware, software e dei servizi necessari per l'intero sistema di sicurezza è stata lenta, ma questa nuova joint venture accelererà l'adozione di uno standard di sicurezza comune, consentendo la nascita di un ecosistema ricco di fornitori e di servizi sicuri. È un passo significativo per il miglioramento della fiducia dei consumatori nelle transazioni sicure sui dispositivi collegati."

I dispositivi TEE dovrebbero consentire la fabbricazione di prodotti più sicuri non solo per navigare in Internet, ma anche per accedere a un numero crescente di applicazioni e di servizi come il pagamento mobile, la produttività aziendale e le applicazioni di mobile banking, così come il commercio on-line e i servizi di contenuti premium, come ha spiegato Ben Cade, CEO della joint venture.

Se tutto dovesse andare secondo i piani si prospettano quindi novità interessanti soprattutto per Android, da tempo additato come sistema particolarmente vulnerabile agli attacchi di virus e malware, e spesso reputato inadatto all'inserimento in ambito aziendale per gli stessi motivi. I chip ARM non sono comunque un'esclusiva Android, quindi l'iniziativa dell'azienda inglese coinvolgerebbe gli iPhone di Apple e centinaia di altri prodotti, comprese Smart-TV, console da gioco (PS Vita e Nintendo DS) e, perché no, i presunti ultrabook con ARM che potrebbero esordire quest'anno.

Samsung Galaxy S II
Immagini  -  12
 
Samsung Galaxy S II 1 Samsung Galaxy S II 2 Samsung Galaxy S II 3 Samsung Galaxy S II 4 Samsung Galaxy S II 5 Samsung Galaxy S II 6 Samsung Galaxy S II 7 Samsung Galaxy S II 8 Samsung Galaxy S II 9 Samsung Galaxy S II 10
Samsung Galaxy S II 11 Samsung Galaxy S II 12 Samsung Galaxy S II 13 Samsung Galaxy S II 14 Samsung Galaxy S II 15
 

Gemalto (che è per valore il più grande produttore mondiale dei chip usati per le SIM o le carte di credito) e Giesecke & Devrient (specializzato nella progettazione di chip NFC per i pagamenti contactless) sono in grado di offrire soluzioni di sicurezza ai governi e al settore finanziario e metteranno le loro competenze a disposizione di ARM per il suo progetto. Le tecnologie sviluppate dalla joint venture saranno basate infatti sulle soluzioni consolidate delle aziende fondatrici, e contribuiranno a costituire il patrimonio della nuova azienda, a cui saranno automaticamente devoluti i brevetti, il software, il denaro ricavato e i beni strumentali. 

L'idea non è nuova: se ricordate lo scorso anno Intel aveva acquisito McAfee in vista dell'integrazione della tecnologia DeepSAFE, annunciata in occasione del Developer Forum dello scorso anno. La prospettiva dell'ingresso di Intel nel settore mobile, con Medfield, è stato probabilmente il propulsore per la costituzione della nuova joint venture, che serve di fatto ad ARM per proteggere la sua posizione dominante nei dispositivi mobili contro il più grande produttore mondiale di chip.

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (14)

1/2 avanti   
taz83 04/04/2012 15:14
+5
arm non ne sta sbagliando una...

continua ad innovarsi, se continua così Intel deve veramente tremare..
_Jack_ 04/04/2012 15:16
+9
Arm si che si sta dando da fare, mica tanto bau bau micio medfield
il_CBR 04/04/2012 15:18
0
Ben venga ogni investimento in sicurezza: gli smartphone spesso contengono molti più dati da proteggere rispetto al pc!
Cayman26 04/04/2012 15:18
+2
Intel deve tremare ? Lol bella battuta
davy83 04/04/2012 15:20
+2
E fu così che la gente iniziò a strapparsi i capelli come fu per il TPM nei pc...
Ci vogliono controllare!!! Linux non funzionerà più!!! Potremo usare solo quello che dicono le LOBBY!!!
Andate a leggervi il progetto Palladium!!!

Forza ARM, ci vuole concorrenza a tutti i livelli!!! Daje!
taz83 04/04/2012 15:56
+2

 Originariamente inviata da Cayman26

Intel deve tremare ? Lol bella battuta



Intel è regina del mercato dei computer per come li conosciamo ora.. Tu hai la sfera di cristallo? Le previsioni dei prossimi 5 anni vedono crollare le vendite di notebook a favore di tablet e dispositivi mobili..

Così come una volta IBM era regina incontrastata quando negli anni 1970 si parlava di macchina da calcolo grandi come casermoni, la storia ha già insegnato più volte che tutto può cambiare..
silvio3d 04/04/2012 16:02
+1

 Originariamente inviata da taz83

Intel è regina del mercato dei computer per come li conosciamo ora.. Tu hai la sfera di cristallo? Le previsioni dei prossimi 5 anni vedono crollare le vendite di notebook a favore di tablet e dispositivi mobili..

Così come una volta IBM era regina incontrastata quando negli anni 1970 si parlava di macchina da calcolo grandi come casermoni, la storia ha già insegnato più volte che tutto può cambiare..



l'esempio con l'IBM non è dei migliori perche da quando IBM è uscita dal mercato dei pc ha fatto solo cose milgiori e piu remunerative quindi di fatto ora è molto piu forte e ricca di prima.

Cioè se l'intel finische come l'IBM allora si che diventa un colosso incontrastabile.
taz83 04/04/2012 16:03
0

 Originariamente inviata da silvio3d

l'esempio con l'IBM non è dei migliori perche da quando IBM è uscita dal mercato dei pc ha fatto solo cose milgiori e piu remunerative quindi di fatto ora è molto piu forte e ricca di prima.



si certo, era l'esempio di cambiamento radicale, non di declino.
silvio3d 04/04/2012 16:03
0

 Originariamente inviata da taz83

si certo, era l'esempio di cambiamento radicale, non di declino.



ok capito
pabloski 04/04/2012 16:33
+1

 Originariamente inviata da davy83

E fu così che la gente iniziò a strapparsi i capelli come fu per il TPM nei pc...
Ci vogliono controllare!!! Linux non funzionerà più!!! Potremo usare solo quello che dicono le LOBBY!!!
Andate a leggervi il progetto Palladium!!!

Forza ARM, ci vuole concorrenza a tutti i livelli!!! Daje!



beh, certo negli ultimi anni c'è un mucchio di gente in giro che dice di volere la nostra sicurezza, a cominciare dai politici fino al venditore di gelati all'angolo

mio Dio, quanta gente per bene che c'è, tutti buoni e bravi e vogliono la nostra felicità
1/2 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:

In esclusiva per i nostri lettori


8328B006
Canon PIXMA MG2450 Stampante multifunzione copie/s
Multifunzione elegante ed economica per la casa. Compatta per stampa, scansione e copia a casa, convenienti cartucce d'inchiostro XL opzionali e software per stampa intelligente da Web.
€ 36,99 € 43,50 compra
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli