Banda larga italiana firmata Huawei, e se ci spiano?

di Tom's Hardware, 01 dicembre, 2009 09:43

La cinese Huawei è considerata un pericolo per la sicurezza nazionale statunitense. L'azienda leader nel settore delle chiavette wireless, nelle apparecchiature telefoniche e in tanti altri settori ICT non è proprio gradita oltreoceano.

Abbinamento azzardato? Forse negli USA esagerano


Il fondatore Ren Zhenfei, secondo dati ufficiali, è stato per anni un uomo del governo e dell'esercito cinese. Come riporta La Repubblica, un rapporto dell'istituto indipendente Rand Corporation avrebbe svelato ingenti finanziamenti statali e "legami profondi con le forze armate cinesi, che dell’azienda sono clienti, sostenitori politici e partner nella ricerca".

Gran Bretagna e Australia sembrano pensarla allo stesso modo. Ovviamente il problema non è rappresentato da chiavette o altri dispositivi, ma dagli appalti correlati alle reti telefoniche e a banda larga. Insomma, se mai l'Italia dovesse decidere ti accettare i soldi delle banche cinesi per la banda larga firmata Huawei sarà bene chiedere un parere al nostro controspionaggio.

"Se uno da giovane presta servizio nell’esercito e poi si mette in proprio, voi dite che la sua azienda ha un background militare? Me se così fosse, allora temo che l’80 per cento delle aziende di tutto il
mondo abbiano legami con i militari", ha ribattuto Charles Huang, direttore marketing, al Times.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell