Boeing X-51A Waverider con motore scramjet a Mach 5.1

di Dario d'Elia, 06 maggio, 2013 15:15

Il quarto test del Boeing X-51A Waverider è stato un successo. In sei minuti di volo ha raggiunto Mach 5.1. Il segreto è nel nuovo motore scramjet che è privo di parti rotanti. Il progetto è da 300 milioni di dollari e vede coinvolte Boeing, Air Force Research Labs, NASA, DARPA, USAF e Pratt & Whitney Rocketdyne.

Il Boeing X-51A Waverider, il veicolo sperimentale scramjet che punta a rivoluzionare il settore aerospaziale, ha compiuto un volo record di 6 minuti raggiungendo la velocità di Mach 5.1. Si tratta di un progetto all'avanguardia che vede la collaborazione di Boeing, Air Force Research Labs, NASA, DARPA, USAF e Pratt & Whitney Rocketdyne. L'obiettivo è quello di realizzare un veicolo ipersonico, capace quindi di raggiungere Mach 7.

Boeing X-51A Waverider sotto l'ala del B52-H

La tecnologia scramjet (supersonic combustion ramjet) deriva concettualmente dai tradizionali statoreattori ma contrariamente ai turbogetto e turboventola non usa parti rotanti. In pratica viene sfruttato il solo flusso d'aria in entrata, che una volta confluito nella camera di combustione viene combinato con una speciale miscela di gas. La reazione genera sufficiente calore per generare la spinta. L'unico difetto (oggi) è che per raggiungere il regime supersonico ha bisogno di essere trasportato a decine di migliaia di metri di quota e poi spinto da un razzo.

"La missione è stata un completo successo", ha commentato Charlie Brink, program manager presso l'Air Force Research Laboratory. "Credo che tutto ciò che abbiamo capito dall'X-51A Waverider servirà come base per la futura ricerca ipersonica e infine l'applicazione pratica del volo ipersonico".

Il quarto volo dell'X-51A è andato bene ma non è sempre stato così in questi tre anni di test. La questione di fondo è che questo progetto da 300 milioni di dollari è ambizioso. I motori scramjet consentirebbero di realizzare missili militari più veloci ed eventualmente mezzi spaziali dall'efficienza inaudita. Non vi sarebbe più bisogno di gran quantità di carburante.

In ogni caso manca ancora tempo per una navicella spaziale scramjet. Mercoledì presso la Edwards Air Force Base della California del Sud, l'X-51A è stato sganciato da un bombardiere a 50mila piedi d'altezza. In 26 secondi un missile a stato solido l'ha portato a Mach 4,8. Dopodiché il motore scramjet è stato acceso e a 60mila piedi ha raggiunto Mach 5.1. Il veicolo, in circa 6 minuti e 10 secondi di viaggio, ha percorso circa 425 km. Poi è caduto nell'oceano Pacifico come previsto. 

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (40)

1/4 avanti   
sciacallo75 06/05/2013 15:30
+19
"Sticazzi" è permesso come commento?!?
AlphAtomix 06/05/2013 15:32
0
Cioè quindi l'aereo "cavia" si è disperso nel mare? GG!

Se poi c'è un "vuoto"? L'aereo si schianta?
melergo 06/05/2013 15:35
+4
AlphAtomix propio per questo non capisco come sia utile questo progetto per i velivoli spaziali dove appunto nello spazio non c'è aria quindi come farebbero?
forse il concetto è diverso da quello spiegato nella news o sbaglio?
Fea 06/05/2013 15:35
+1
Non riesco a capire in cosa sia meglio del caro vecchio Pegasus come vettore orbitale airborne... certo per i militari ha un suo perché.

Piccolo refuso: il velivolo che lo lancia è un B52, non può essere un B2.
Demone_Horobi 06/05/2013 15:42
+4

 Originariamente inviata da melergo

AlphAtomix propio per questo non capisco come sia utile questo progetto per i velivoli spaziali dove appunto nello spazio non c'è aria quindi come farebbero?
forse il concetto è diverso da quello spiegato nella news o sbaglio?



C'è però necessità di una quantità abnorme di carburante, per far uscire un veicolo spaziale dall'orbita (v. anche il sistema che usava lo shuttle), se questo problema viene meno, diminuiranno probabilmente anche i costi connessi ai lanci.

2cents!
Saluti!
Cayman26 06/05/2013 15:42
+4
cioè mi volete dire che hanno fatto cascare un aereo da 300 milioni in mare O.o
graphixillusion 06/05/2013 15:45
0
Alla velocità MACH 5 ci vorrebbero poco meno di due ore per raggiungere Los Angeles o Tokyo. Chissà se noi poveri mortali di oggi riusciremo mai a vedere/prendere aerei di linea mossi da questi propulsori...
Admin: Dario D'Elia 06/05/2013 15:45

 Originariamente inviata da Cayman26

cioè mi volete dire che hanno fatto cascare un aereo da 300 milioni in mare O.o



l'hanno recuperato ovviamente.
sduke1907 06/05/2013 15:50
+9
mi sa che ci vogliono dei disegnini nelle news... il progetto costa 300mln di $ ed è in corso di sviluppo! questo era un test! è stato provato solo il motore attaccato al missile bianco nella foto, quello grigio è l'aereo B52-h che lo ha portato in quota!
Faramir 06/05/2013 15:53
+4
Il problema del raggiungimento della quota ideale è già stato risolto con motori ibridi come sull'SR-71 BlackBird, fino ad una certa quota/velocità funzionano come turboreattori, oltre funzionano come statoreattori, anche se deduco che la tecnologia dagli anni '70 si sia evoluta un po'...
1/4 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 - 3Labs Srl - A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli