Cassazione: nessun obbligo per blog e siti web

di Dario d'Elia, 17 settembre, 2012 13:01

La Cassazione ha chiuso definitivamente il caso del blogger Carlo Ruta: i blog e i siti web non sono obbligati all'iscrizione nel registro delle testate giornalistiche. La legge fa riferimento solo alle attività di riproduzione tipografica.

I blog e i siti amatoriali non sono obbligati a registrarsi come testate editoriali. La conferma è giunta da una recente sentenza della Cassazione che si è espressa definitivamente sul caso di Carlo Ruta, un blogger siciliano che da sei anni combatte per la libera informazione. È stato condannato in primo e secondo grado del reato di stampa clandestina, ma la Cassazione ha azzerato tutto.

Cassazione

"[...] ai sensi dell’art. 1, L. 47/1948 (disposizioni sulla stampa) sono considerati stampe o stampati tutte le riproduzioni tipografiche o comunque ottenute con mezzi meccanici o fisici, in qualsiasi modo destinati alla pubblicazione [...] dall'esame di detta disposizione si evince che – ai fini della sussistenza in senso giuridico del prodotto stampa – necessitano due condizioni: a) un'attività di riproduzione tipografica, b) la destinazione alla pubblicazione del risultato di tale attività", hanno sottolineato i giudici nella sentenza", hanno ricordato i giudici.

Ecco quindi decadere ogni accusa e sentenza: un giornale telematico è escluso dagli obblighi di registrazione poiché non rientra nelle condizioni previste dalla legge. E se si tira in ballo la successiva modifica della disciplina sull'editoria, approvata nel 2001, la sostanza non cambia perché la registrazione dei giornali online è dovuta solo "per ragioni amministrative ed esclusivamente ai fini della possibilità di usufruire delle provvidenze economiche previste per l'editoria".

Questione chiusa? "Ni", direbbero gli esperti in materia. L'avvocato IT Guido Scorza, sul Fatto Quotidiano, ha ricordato che l'ultimissima modifica alla legge - il 16 luglio - ha previsto anche un parametro finanziario. In pratica l'iscrizione è obbligatoria anche per le testate la cui attività editoriale supera i 100mila euro di ricavo annuo.

Insomma, la Cassazione potrebbe essere chiamata a esprimersi nuovamente sull'argomento. 

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (8)

Ilruz 17/09/2012 13:12
0
Al di la' della linea di demarcazione dei 100.000 euro di ricavi, signica che se apro un blog ho anche io diritto agli stessi lauti finanziamenti che si beccano le testate cartacee.

Se ho le stesse responsabilita', dovrei avere anche gli stessi diritti. Mah, e' come accomunare il giornalino pubblicato dalla parrocchia al messaggero/repubblica/corriere etc; la differenza tra i due la capirebbe anche mio figlio - quanto ci metteranno a recepirla?
Human_Sorrow 17/09/2012 13:19
+1

 Originariamente inviata da Ilruz

Al di la' della linea di demarcazione dei 100.000 euro di ricavi, signica che se apro un blog ho anche io diritto agli stessi lauti finanziamenti che si beccano le testate cartacee.

Se ho le stesse responsabilita', dovrei avere anche gli stessi diritti. Mah, e' come accomunare il giornalino pubblicato dalla parrocchia al messaggero/repubblica/corriere etc; la differenza tra i due la capirebbe anche mio figlio - quanto ci metteranno a recepirla?



Scusa ma quei 100.000 euro servono proprio a distinguere il giornaletto della parrocchia dal messaggero/repubblica/corriere etc.
ragen-fio 17/09/2012 13:22
+18

 Originariamente inviata da Human_Sorrow

Scusa ma quei 100.000 euro servono proprio a distinguere il giornaletto della parrocchia dal messaggero/repubblica/corriere etc.



Perché c'è qualche differenza?
ric62 17/09/2012 13:58
0

 Originariamente inviata da Ilruz

Al di la' della linea di demarcazione dei 100.000 euro di ricavi, signica che se apro un blog ho anche io diritto agli stessi lauti finanziamenti che si beccano le testate cartacee.

Se ho le stesse responsabilita', dovrei avere anche gli stessi diritti. Mah, e' come accomunare il giornalino pubblicato dalla parrocchia al messaggero/repubblica/corriere etc; la differenza tra i due la capirebbe anche mio figlio - quanto ci metteranno a recepirla?


Veramente no, per avere i contributi è necessaria l'iscrizione, come recita l'articolo del 2001. Se non fai l'iscrizione, secondo l'ultima variante, sei obbligato a registrarti ugualmente se superi i 100.000 (e in quel caso, credo, avresti diritto ai finanziamenti)
Tsaeb 17/09/2012 14:22
+4

 Originariamente inviata da Ilruz

Al di la' della linea di demarcazione dei 100.000 euro di ricavi, signica che se apro un blog ho anche io diritto agli stessi lauti finanziamenti che si beccano le testate cartacee.

Se ho le stesse responsabilita', dovrei avere anche gli stessi diritti. Mah, e' come accomunare il giornalino pubblicato dalla parrocchia al messaggero/repubblica/corriere etc; la differenza tra i due la capirebbe anche mio figlio - quanto ci metteranno a recepirla?



il finanziamento pubblico ai giornali va eliminato proprio perchè ormai la qualità è paragonabile a quella del giornalino parrocchiale.
Dime 17/09/2012 14:34
+4

 Originariamente inviata da Tsaeb

il finanziamento pubblico ai giornali va eliminato proprio perchè ormai la qualità è paragonabile a quella del giornalino parrocchiale.


A parte la qualità, qui abbiamo vera e propria propaganda di regime. Disinformazione pura. Repubblica, il Corriere etc sono palesemente filo-governativi.
D'altronde, chiunque riceva finanziamenti per 16 milioni di €, un minimo si sentirebbe in dovere..
gatto nero 17/09/2012 15:28
0
TIE'!!!
invasore 18/09/2012 09:08
0

 Originariamente inviata da Human_Sorrow

Scusa ma quei 100.000 euro servono proprio a distinguere il giornaletto della parrocchia dal messaggero/repubblica/corriere etc.



In realtà no. I 100.000 sono un parametro che ti obbliga a iscriverti, non che ti da tale diritto. Posso tranquillamente iscrivere il mio account twitter appena aperto.
Per Avere finanziamenti statali l'iscrizione e obbligatoria ma non sufficiente.
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli