Chrome e Windows 7 corrono più veloci degli altri

di Dario d'Elia, 04 gennaio, 2011 11:33

Chrome e Windows 7 hanno guadagnato consistenti quote di mercato nel 2010: Google e Microsoft sostanzialmente possono esserne soddisfatte. Secondo gli ultimi rapporti confezionati da Net Applications, i settori browser e OS non hanno cambiato leader ma sicuramente individuato i contendenti più interessanti.

Browser market

Se da una parte tra novembre e dicembre Internet Explorer ha perso 1,18%, dall'altra è Chrome che più ne ha approfittato con un più 0,73%. Attualmente quindi lo scenario vede IE con il 57,08%, Firefox con il 22,81%, Chrome con il 9,98%, Safari con il 5,89% e Opera con il 2,23%. Per il browser Microsoft si tratta dell'ennesima perdita di consenso, aggravata poi dal fatto che la versione più diffusa continua a essere la 8.0 (33%), seguita dalla 6.0 (13,06%), dalla 7.0 (8,76%) e infine dalla 9.0 (0,46%).

Considerando invece l'andamento annuale bisogna rilevare il raddoppio di share di Chrome, la tenuta di Firefox e la perdita da parte di IE di più di 5 punti percentuali.

OS Market

Per quanto riguarda invece i sistemi operativi Windows 7 sta senza dubbio erodendo quote a Windows Vista e Windows XP: un computer su 5 praticamente. Le share sono rispettivamente di 20,87%, 12,11% e 56,72%. Durante il 2010 praticamente Windows XP ha perso 10 punti percentuali e Vista almeno 5. L'ultima edizione Windows invece è cresciuta di circa il 13%.

Datti ufficiosamente confermati anche in ambito videoludico grazie alle statistiche rilasciate da Steam: Windows XP 32-bit scende al 24,64% mentre Windows 7 64-bit detiene la leadership con 35,09%. Ecco quindi la conferma delle motivazioni di DICE su BattleField 3 (Battlefield 3 schifa Windows XP e le schede DX9).

Per la cronaca MAC OS, iOS e Linux hanno quote rispettivamente del 5,02%, 1,69% e 0,96%.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell