Firefox 17 blocca i plug-in pericolosi e parla con Facebook

di Manolo De Agostini, 21 novembre, 2012 06:32

Mozilla ha reso disponibile Firefox 17 per Windows, Mac e Linux. Nelle scorse ore il browser è stato aggiornato anche nella sua veste Android, come vi abbiamo riportato ieri (Firefox per Android apre ad ARMv6 e 250 milioni di prodotti).

La nuova versione ha un'interessante novità chiamata click to play, relativa ai plug-in, e che secondo noi molto utile per proteggersi dalle falle di sicurezza che solitamente si annidano in questi (preziosi) software. In breve, gli utenti Firefox che avranno installate vecchie versioni dei plug-in più importanti - come Adobe Reader, Adobe Flash e Microsoft Silverlight - saranno avvisati con un messaggio che li renderà coscienti del problema.

La funzione non avvierà il funzionamento del plug-in se non grazie a un vostro esplicito click. Firefox sarà in grado di dirvi anche se c'è un aggiornamento per il plug-in, permettendovi di scaricare la versione più recente. Infine, se un plug-in è bloccato, Firefox mostrerà un'icona blu a sinistra, della barra degli indirizzi, per consentirvi di ottenere ulteriori informazioni.

Ci sono anche altre novità (note di rilascio), tra cui un aggiornamento della Awesome Bar con icone più grandi, la rimozione del supporto a Mac OS X 10.5 Leopard e l'implementazione della prima revisione della Social API con l'immediata integrazione di Facebook Messenger. Quest'ultimi due punti in particolare interesseranno a chi fa dell'aspetto sociale un'importante fetta della sua esperienza web.

La Social API serve agli sviluppatori, che possono sfruttarla per permettere a Firefox di parlare con i loro servizi, portandoli letteralmente nel browser. La possibilità di inviare messaggi su Facebook dall'interno del software e godere di altre informazioni sull'attività all'interno del portale ideato da Mark Zuckerberg è solo la prima implementazione di questa API. Per attivare la funzione dovete andare qui.

Firefox 17 è inoltre disponibile in versione Extended Support Release (ESR), una build sprovvista di aggiornamento automatico pensata per le aziende che installano il browser sul proprio parco macchine (Mozilla Firefox ESR: il browser a lunga conservazione).

Ricordiamo infine che il software della fondazione open source arriva dopo la versione 16, testata in questo articolo su sistema operativo Windows 8: Qual è il browser migliore da usare su Windows 8?. Importanti passi avanti sul fronte prestazionale sono attesi con Firefox 18 e "IonMonkey", un nome che identifica una serie di migliorie nella gestione dei JavaScript.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell