GPU AMD a 28nm, c'è Southern Islands nei driver

di Manolo De Agostini, 05 luglio, 2011 06:45

La famiglia di GPU Southern Islands, nome in codice che dovrebbe indicare le future GPU AMD a 28 nanometri, si svela in parte. In una versione preliminare di Catalyst 11.7 appaiono alcuni nomi in codice inediti, e parte la speculazione.

AMD sta lavorando sulla nuova generazione di schede video, nome in codice Southern Islands, e a dimostrarlo c'è una versione preliminare dei Catalyst 11.7. Spulciando all'interno della lista delle GPU supportate, i colleghi tedeschi di 3DCenter hanno scovato alcuni riferimenti ai futuri core grafici a 28 nanometri.

Tahiti dovrebbe essere il nome della fascia alta a singola GPU. Sarà disponibile in due versioni, Pro e XT. Oggi nella stessa posizione abbiamo la GPU Cayman, a bordo delle schede Radeon HD 6970 e HD 6950. L'unione di due chip Tahiti dovrebbe dare vita a New Zealand, identificativo della soluzione a doppia GPU. Nella serie HD 6000 questo progetto è rappresentato da Antilles, meglio conosciuto come Radeon HD 6990.

La fonte si dichiara meno certa su altri dettagli. Ad esempio nei driver si menziona il nome in codice Thames, che secondo precedenti indiscrezioni identifica un chip grafico dedicato ai portatili. Non è chiaro se si tratti di un prodotto a basso costo o di fascia media, ma nei driver sono comunque citate tre versioni: LE, Pro e XT/GL.

Il quarto nome in codice è Lombok. Dovrebbe indicare una serie di schede di fascia media per PC desktop. Nel codice dei Catalyst sono citate più varianti: Pro, XT, AIO e XL GL. L'ipotesi più concreta è che si tratti del naturale sostituto dei chip Barts, ovvero della serie HD 6800, ma non ci sono conferme.

Al momento non è chiaro quando vedremo le nuove schede. AMD ha più volte ribadito che assisteremo all'arrivo dei nuovi core grafici nella seconda metà dell'anno e il quarto trimestre sembra essere il periodo giusto. Tuttavia non è chiaro il grado di maturità della produzione a 28 nanometri e quindi c'è una diffusa incertezza sul tema.

Qualche sito colloca ottimisticamente il debutto dei primi prodotti già a settembre, altri non escludono un'uscita della nuova generazione solo nel 2012. È noto che anche Nvidia sta lavorando su nuovi chip, basati su architettura Kepler, ma anche in questo caso non ci sono date precise.

Sul fronte AMD sarà interessante scoprire se l'architettura VLIW4 introdotta dall'azienda con la serie HD 6900 sarà usata anche su altri chip, oppure se saranno messi in pratica alcuni dei progressi citati al recente Fusion Developer Summit.

Delle intenzioni di Nvidia sappiamo poco, salvo che l'azienda è sempre più incentrata nello sviluppo di GPU polivalenti, pensate nell'ottica del calcolo generale. Tuttavia dopo il ritardo delle soluzioni Fermi della serie 400 e la correzione di rotta operata con le soluzioni 500, tutti si aspettano un ritorno veemente del produttore di Santa Clara.

Non sarà facile affrontare una AMD - che dal punto di vista della grafica nel settore consumer - è costantemente competitiva da diversi anni. Nvidia può sempre giocarsi carte non indifferenti come Physx, CUDA, 3D Vision e un rapporto più stretto con gli sviluppatori di videogiochi e chissà, magari a questa tornata sarà AMD a compiere un passo falso. Tutto può accadere, mai dare nulla per scontato. Di sicura c'è solo una cosa: la nostra voglia di nuovi prodotti, in un mercato che in questi anni ha tirato un po' il freno a mano.

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (29)

1/3 avanti   
supercomputer1 05/07/2011 07:42
+14
speriamo che scaldino poco.
BlackF1re 05/07/2011 07:48
+13
La sfida è interessante.

Se AMD rilasciasse la nuova generazione di schede già nel 2011, avrebbe due grossi vantaggi: il periodo natalizio, e una certa bomba chiamata Battlefield 3 a fare da traino.

Stando a Fudzilla, Nvidia afferma che probabilmente il suo Kepler arriverà a inizio 2012 per i problemi legati alla produzione a 28nm.......... ma non aveva detto la stessa cosa durante il transito ai 40nm, e anche in quel caso fu ATI ad arrivare prima con tutti i vantaggi che conosciamo? Se veramente avrà questo ritardo, ATI si troverà in grossi vantaggi, ottenendo tutto il tempo che vuole per preparare una versione ottimizzata delle sue GPU e magari un ribasso dei prezzi per quando arriverà Nvidia.

Poi, come dice giustamente Manolo

"Di sicura c'è solo una cosa: la nostra voglia di nuovi prodotti, in un mercato che in questi anni ha tirato un po' il freno a mano."

E chi (o cosa) dobbiamo ringraziare per questo?
spleen81 05/07/2011 08:08
0
era ora!!!
Atarugolan 05/07/2011 08:19
+11

 Originariamente inviata da BlackF1re

La sfida è interessante.

Se AMD rilasciasse la nuova generazione di schede già nel 2011, avrebbe due grossi vantaggi: il periodo natalizio, e una certa bomba chiamata Battlefield 3 a fare da traino.

Stando a Fudzilla, Nvidia afferma che probabilmente il suo Kepler arriverà a inizio 2012 per i problemi legati alla produzione a 28nm.......... ma non aveva detto la stessa cosa durante il transito ai 40nm, e anche in quel caso fu ATI ad arrivare prima con tutti i vantaggi che conosciamo? Se veramente avrà questo ritardo, ATI si troverà in grossi vantaggi, ottenendo tutto il tempo che vuole per preparare una versione ottimizzata delle sue GPU e magari un ribasso dei prezzi per quando arriverà Nvidia.

Poi, come dice giustamente Manolo

"Di sicura c'è solo una cosa: la nostra voglia di nuovi prodotti, in un mercato che in questi anni ha tirato un po' il freno a mano."

E chi (o cosa) dobbiamo ringraziare per questo?



LE console XD
RaZoR93 05/07/2011 08:33
-1

 Originariamente inviata da Atarugolan

LE console XD

A dire il vero le console c'entrano poco in questo settore. Lo sviluppo di nuove architetture grafiche è rallentato semplicemente perché è aumentata enormemente la complessità delle stesse. Ora è necessario investire molto più tempo e denaro per progettare nuovi core grafici.
GiovanniT 05/07/2011 08:44
-1

 Originariamente inviata da BlackF1re

La sfida è interessante.

Se AMD rilasciasse la nuova generazione di schede già nel 2011, avrebbe due grossi vantaggi: il periodo natalizio, e una certa bomba chiamata Battlefield 3 a fare da traino.

Stando a Fudzilla, Nvidia afferma che probabilmente il suo Kepler arriverà a inizio 2012 per i problemi legati alla produzione a 28nm.......... ma non aveva detto la stessa cosa durante il transito ai 40nm, e anche in quel caso fu ATI ad arrivare prima con tutti i vantaggi che conosciamo? Se veramente avrà questo ritardo, ATI si troverà in grossi vantaggi, ottenendo tutto il tempo che vuole per preparare una versione ottimizzata delle sue GPU e magari un ribasso dei prezzi per quando arriverà Nvidia.

Poi, come dice giustamente Manolo

"Di sicura c'è solo una cosa: la nostra voglia di nuovi prodotti, in un mercato che in questi anni ha tirato un po' il freno a mano."

E chi (o cosa) dobbiamo ringraziare per questo?



Considera che il ritardo di nvidia era quasi esclusivamente frutto dell'enorme DIE della GPU fermi per cui la resa produttiva era davvero bassa.

Gli ingegneri AMD in questo hanno stravinto dalla serie 4*** in poi...

Ora tocca ad nvidia sfornare un GPU al passo coi tempi (come anche fermi lo è) ma con die molto più piccolo e tutte le conseguenze del caso...

Spero molto nella serie 7*** di AMD ma stiamo a vedere
Herbie_53 05/07/2011 09:23
+6
Io 3 anni fa mi assemblai un Pc abbastanza buono per l'epoca, spendendo sui 400/500€:

CPU: Q6600
RAM: 4GB DDR2
MB: Asus P5K-E WIFI/AP
GPU: ATI HD3870

E devo dire che anche ora posso dire di poter giocare anche ai titoli attuali ad un discreto livello di dettagli alla risoluzione 1280x1024 (Portal 2 l'ho finito con i dettagli al massimo mi pare). Tutto ciò non può che farmi piacere, e con tale configurazione penso di poter andare avanti altri 2 anni quasi sicuramente. Diciamo che sono riuscito a trovare il momento buono per fare compere... all'epoca la 3870 la pagai 110€ e, 3870x2 a parte, era la scheda video ATI più potente... man mano purtroppo, di generazione in generazione, i prezzi hanno cominciato a levitare e le prestazioni pure ma non tanto da giustificare (a mio avviso) un tale aumento di prezzo... Purtroppo è un male per i PC... Servirebbero più titoli in stile Crysis (il primo) per dare una spinta al mercato... Spero, come voi in Batlefield 3... non tanto perchè mi piace il gioco (nn sono fatto per gli sparatutto) ma perchè penso che possa dare una smossa a questo mercato ormai stagnante da troppo tempo...
Ultima cosa... Quando l'AMD con la serie 6000 ha cominciato a fare schede video meno potenti rispetto alla serie 5000 ha dimostrato che al mercato purtroppo non serviva innovazione e potenza... ma solo marketing... 6000 è più fico di 5000... e questo secondo me è stato il segnalino d'allarme...
Dany_M 05/07/2011 09:38
+4
Dai dai che a natale vorrei aggiornare il mio pc
sfoneloki 05/07/2011 09:40
0
Vediamo intanto se queste nuove GPU a 28nm avranno problemi di stabilità un pò com'è successo con i nuovi SSD.
Le frequenze di lavoro sono da tenere sott'occhio.
BillJobs 05/07/2011 09:50
+6
Nuove schede video , nuovi modelli nuova tecnologia ed i giochi?
I giochi sono come la benzina in un auto sportiva , se non ci sono i giochi fatti con i controcazzi come li alimentiamo queste nuove gpu? Con porting da schifose console? Secondo mè sia Ati che nVIDIA dovrebbero creare un publisher di videogiochi specifici per pc ,se gl'idioti di EA e simili non vogliono fare giochi specifici per pc che vadino a quel paese con le loro schifosissime console , spetta ad ati e nVIDIA che anche microsoft rilanciare il gioco per pc e sopratutto RIMETTETE LA MODALITA LAN NEI GIOCHI schifosi bastardi che al WCG si gioca ancora coi giochi di 15 anni fà !
1/3 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
Guarda anche: Schede Video, AMD Radeon, AMD, Nvidia
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli