Hasselblad Lunar, la NEX extra lusso per fanboy e sceicchi

di Alberto De Bernardi, 19 settembre, 2012 13:40

Hasselblad ha annunciato lo sviluppo di Lunar, prima mirrorless della prestigiosa casa svedese nota per le sue fotocamere medio formato. La Hasselblad Lunar, che sarà disponibile nel primo trimestre 2013, rappresenta il primo frutto di una neonata collaborazione con Sony e costerà al pubblico circa 5000 euro. Solo corpo, naturalmente.

Cosa offrirà mai per questa cifra? Beh, inutile parlare di specifiche tecniche, perché la Lunar sarà - né più né meno - una Sony NEX 7 ri-carrozzata. Tutto ciò che sta all'interno del corpo, a cominciare dal sensore CMOS APS-C da 24 MPixel per finire al mirino elettronico EVF OLED, proverrà da Sony, e anche la baionetta sarà la Sony E delle attuali NEX. Di conseguenza, la nuova Hassemblad utilizzerà la gamma di obiettivi Sony e Zeiss già nota ai clienti Sony.

Hassemblad ci metterà, dal canto suo, un corpo in titanio caratterizzato da diversi abbinamenti tra colori e materiali pregiati per l'impugnatura (legno, pelle, forse carbonio...). Un'operazione che ha a che fare con l'ergonomia, certo, ma soprattutto con la connotazione "luxury" che la fotocamera vuole avere. Il prezzo, insomma, sarà giustificato unicamente dal prestigio marchio Hassemblad, che farà probabilmente della Lunar un oggetto da collezione.

Larry Hansen, Presidente e CEO di Hasselblad, ha dichiarato in proposito: "Questa partnership ci consentirà di accedere a un'area del mercato fotografico che non abbiamo mai perseguito prima. Essere proprietari di una Hasselblad non resterà più solo un sogno per molti appassionati di fotografia". Sony, dal canto suo, sarà certo lieta di far sì che gli affezionati clienti Hasselblad inizino a familiarizzare con la sua tecnologia in ambito Imaging.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell