iCloud e Gmail nella bufera per due giorni poi l'allarme rientra

di Elena Re Garbagnati, 19 aprile, 2012 13:25

Il servizio email di iCloud ha subito una battuta d'arresto: utenti di diversi Paesi nei giorni scorsi hanno lamentato difficoltà ad accedere al servizio, con il conseguente blocco di invio e ricezione dei messaggi di posta elettronica su qualsiasi dispositivo. Da New York, Londra e altre città sono piovute segnalazioni alla community di supporto ufficiale in cui si notificavano funzionamento intermittente o interruzioni complete a seconda dei casi.

Il servizio di mail di iCloud ha avuto problemi per diverse ore

Apple ha pubblicato un aggiornamento di stato in cui notificava che è a conoscenza del problema e stava cercando una soluzione. "Gli utenti potranno accedere alla posta di iCloud non appena il servizio verrà ripristinato. Tutti gli altri servizi sono in linea e pienamente operativi". Il guasto si è verificato martedì e sembra essersi protratto fino a ieri. Oggi tutto risulta funzionante e Apple ha sottolineato che l'interruzione riguarda un numero irrilevante di utenti.

Nella pagina di report sullo stato di iCloud l'azienda ha infatti pubblicato un dato ufficiale secondo cui gli utenti coinvolti sarebbero meno dell'1 percento a livello globale. Da quando è stato attivato, a ottobre 2011, iCloud ha già al suo attivo 85 milioni di iscritti.

Anche Gmail è andato in panne delle stesse ore

Coincidenza vuole che il problema di iCloud sia stato segnalato il giorno successivo all'interruzione di Gmail e di alcune altre applicazioni di Google, anche in questo caso relativa a un numero esiguo di utenti. In questo caso le vittime del problema hanno visto il criptico errore 500, accompagnato dal messaggio "siamo spiacenti, ma il tuo account Gmail non è temporaneamente disponibile".

Il problema è durato circa un'ora e Google ha ammesso che la prima stima degli utenti coinvolti (2%) era errata: si parla di 30 milioni di utenti a livello globale, equivalenti al 10% degli account attivi.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell