Intel Clover Trail e AMD Hondo dicono no ad Android e Linux

di Manolo De Agostini, 18 settembre, 2012 07:57

Intel Atom Clover Trail e AMD Hondo saranno compatibili solo con Windows 8, almeno inizialmente. Dietro a questi due nomi in codice abbiamo i chip a basso consumo delle rispettive aziende statunitensi dedicati in particolar modo ai tablet e, nel caso di Intel, anche ai portatili a basso consumo e potenza.

Niente Linux né Android sui primi prodotti basati su queste due architetture x86, e questo è un peccato non solo per le aziende stesse, che vedono ridursi il potenziale pubblico interessato ai loro prodotti, ma anche per lo stesso consumatore, che avrà a disposizione minore scelta.

Per quanto riguarda Intel, con Clover Trail abbiamo un chip a 32 nm basato su due core Saltwell (CPU) e una GPU PowerVR SGX 544MP2. Quest'ultima è una soluzione di Imagination Technologies e quindi Intel non può fornire i driver grafici, ma a parte questo in teoria non ci sarebbero impedimenti all'uso di altri sistemi operativi.

Il nodo della questione è che il chip offre molte funzioni di risparmio energetico che al momento solo Windows 8 può sfruttare, grazie alla stretta collaborazione con Microsoft. E poiché la durata della batteria è uno dei cardini dell'intera esperienza mobile, Intel si guarda bene dal consigliare l'installazione di Android o Linux. Ripetiamo, tecnicamente è possibile, ma in pratica è sconsigliata.

Intel ha dichiarato che intende estendere la compatibilità a Linux e Android in futuro, non specificando però tempi e modi. Speriamo che si tratti dell'ultimo episodio di questo genere, perché i futuri chip Valleyview dovrebbero funzionare senza problemi con Android/Linux. Avranno quattro core Atom Silvermont e grafica mutuata da Ivy Bridge, il che rimuoverà un ulteriore impedimento alla stipula di un patto di sangue con il mondo open.

Per quanto riguarda AMD, il vicepresidente corporate per i prodotti ultra low power, Steve Belt, ha confermato che Hondo "è un prodotto Windows 8. Non offriamo compatibilità con Android, almeno per ora. Si tratta di una decisione consapevole. Pensiamo che Windows 8 abbia un sacco di opportunità e riteniamo che vi sia molto mercato per noi in quello spazio. Quindi non abbiamo bisogno di entrare in altri mercati, pensiamo che Windows 8 sia un ottimo punto di partenza".

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell