La UE si smarca dal dibattito italiano sul copyright

di Dario d'Elia, 07 settembre, 2011 11:42

La delibera AGCOM (668/2010) sul copyright difficilmente sarà osteggiata dalla Commissione Europea. L'interrogazione parlamentare UE sottoposta dall'eurodeputato Sonia Alfano (Alde-IDV) non ha prodotto il risultato sperato.

Sebbene Alfano abbia spiegato le criticità dovute alle competenze AGCOM nel perseguimento delle violazioni online del diritto d’autore, alla procedura di cancellazione e di inibizione prevista dalla delibera, nonché all'esclusione della forma di consultazione o di interazione con l’Autorità giudiziaria, la risposta del vice presidente della Commissione Europea Nelly Kroes è stata fredda.

La Commissione UE si sfila dall'impiccio

Il Commissario ha semplicemente ricordato che ogni misura dovrà rispettare non solo i diritti di copyright, ma anche quelli degli utenti. Quindi le cosiddette misure di enforcement dovranno essere "effettive, proporzionate e dissuasive", come ha sottolineato l'esperto Guido Scorza.

I Paesi membri dovranno adottare misure per l'accesso online o l'utilizzo dei servizi di comunicazione elettronica rispettose dei diritti e delle libertà fondamentali dell'uomo così come garantiti dalla Convenzione Europea per la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Ogni ulteriore sviluppo sarà monitorato dalla Commissione Europea, ma a questo punto sarà il caso non aspettarsi miracoli. "La sensazione - occorre riconoscerlo con grande chiarezza - è che dietro il rigido linguaggio istituzionale, la Commissione stia dicendo all'Italia che i problemi legati al nuovo regolamento che l'AGCOM si avvia a varare non costituiscono una sua priorità e che ci toccherà, pertanto, fare il possibile da soli per riuscire ad impedire che l'Autorità vari le norme liberticida ormai a tutti note", conclude Scorza.

E quindi anche chi si faceva illusioni sul vaglio della Commissione Europea e della World Intellectual Property Organization sarà costretto ad accontentarsi degli effetti del solo dibatto che si consumerà all'interno dei nostri confini nazionali.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell