Microsoft raccoglie ancora soldi da Android con Pegatron

di Manolo De Agostini, 28 aprile, 2012 08:36

Microsoft sigla un accordo con l'ODM Pegatron Corporation sui brevetti Android e Chrome OS. L'azienda afferma che ora il 70% dei dispositivi Android negli Stati Uniti è protetto da possibili cause per infrazione di brevetti. Barnes & Noble e Motorola Mobility continuano a opporsi ogni intesa.

Pegatron Corporation è l'ultima azienda a capitolare davanti a Microsoft, siglando un accordo di licenza per i brevetti dell'azienda che coprono alcune delle tecnologie presenti nei prodotti dotati di sistemi operativi Android e Chrome OS.

Come sempre non sono stati divulgati maggiori dettagli sull'accordo, ma ora quattro dei cinque ODM (original design manufacturer) taiwanesi principali hanno stretto una partnership con la casa di Redmond. "Più del 70 percento di tutti i dispositivi Android negli Stati Uniti sono coperti dal portfolio brevetti dell'azienda", ha dichiarato un dirigente di Microsoft.

Pegatron si unisce a una lunga lista di aziende che sono già scese a patti con Steve Ballmer e compagni: Samsung, HTC, Compal Electronics, Quanta Computer, Wistron, General Dynamics Itronix , Velocity Micro, Onkyo, Acer e Viewsonic. 

Finora a non cedere alle pressioni troviamo Barnes & Noble e Motorola Mobility (di proprietà di Google), entrambe in causa con Microsoft, mentre tempo fa Hauwei ha dichiarato che erano in corso i negoziati per trovare un'intesa.

Nokia Lumia 800
Immagini  -  12
 
Nokia Lumia 800 1 Nokia Lumia 800 2 Nokia Lumia 800 3 Nokia Lumia 800 4 Nokia Lumia 800 5 Nokia Lumia 800 6 Nokia Lumia 800 7 Nokia Lumia 800 8 Nokia Lumia 800 9 Nokia Lumia 800 10
Nokia Lumia 800 11 Nokia Lumia 800 12 Nokia Lumia 800 13 Nokia Lumia 800 14 Nokia Lumia 800 15 Nokia Lumia 800 16 Nokia Lumia 800 17
 

Benché non si abbiano cifre, fino a qualche mese fa si discuteva molto di questa strategia e della sua efficacia. Secondo diversi analisti Microsoft guadagna più da questi accordi - che le consentono d'incassare dal successo di Android - che dal proprio sistema operativo Windows Phone. 

Ora non è chiaro quali siano i rapporti, visto che nel frattempo sono usciti i Nokia Lumia. Da non dimenticare però, come dimostrato anche dall'ultima trimestrale, che Microsoft versa tuttora ogni trimestre 250 milioni di dollari alla casa finlandese per assicurarsi che usi Windows Phone come OS di punta.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (93)

1/10 avanti   
globalnet 28/04/2012 09:34
+9
Mi piacciano le aziende che Trollano con i brevetti ! buaahhahahaha
ashtisdale93 28/04/2012 09:40
+18
Mi sa tanto di parassita...
Mi piacerebbe tanto sapere quali siano questi brevetti in questione.
AurZero 28/04/2012 09:41
+2
Piacerebbe saperlo a tutti. Motorola si oppone da prima dell'acquisizione di Google e Barnes & Noble non sembra avere partner strategici rilevanti sul fronte brevetti. Mettiamo in conto che son passati anni da quando MS ha cominciato a lamerare e ancora non ha forzato in tribunale le due aziende; imo qualcuno teme da una parte o è sicuro dall'altra, che in una sentenza questi brevetti possano essere bruciati.
Slater91 28/04/2012 10:17
+2
Barnes & Noble ha già ottenuto qualche piccola vittoria e ha scoperchiato un vaso di Pandora non da poco. L'ultima che ho letto era che l'ITC fosse favorevole a B&N e volesse respingere Microsoft. In ogni caso spero che Redmond, una volta ogni tanto, si becchi una bella batosta e la pianti di fare la padrona dell'universo. Il loro SO è ottimo, ma questo è trolling puro.
Spleen 28/04/2012 10:19
+3
E chi glielo fa fare portarli in tribunale meglio spolparli così, credo che la microsoft sul mobile guadagni di più con android che non con quel flop di Windows, flop che sta trascinando sul baratro, ahime anche Nokia!
supertigrotto 28/04/2012 10:26
+1
Un po' assurdo,se android è opensource non bisognerebbe far pagare i brevetti,però,google e le altre,ci lucrano sopra con servizi etc,forse è per questo che microsoft chiede l'obolo,in un certo senso,gnu/linux infrangeva già alcuni brevetti microsoft,però microsoft non ha chiesto pagamenti,diceva che li infrangeva ma non ha chiesto nessun centesimo a riguardo perché teoricamente,ad usare linux non ci guadagnava nessuno (forse red hat ma si paga l'assistenza non il so) mentre con android ci guadagna google e i vari partner......
Chinasky 28/04/2012 10:35
+7
In soldoni Microsoft usa i soldi dei brevetti per dispositivi android per pagarsi l'accordo con nokia e mandare avanti il progetto wp7.
Però che furbetti. Fin quando nokia non morirà a causa di questo abbraccio della morte ....
pabloski 28/04/2012 11:40
+19

 Originariamente inviata da supertigrotto

Un po' assurdo,se android è opensource non bisognerebbe far pagare i brevetti



mica li fa pagare google? è microsoft che li fa pagare

se tu crei un programma opensource che però viola i brevetti, che so, di oracle, è normale che Ellison verrà a bussare alla porta

il fatto che google ci lucra non vuol dire nulla, anche perchè se android non fosse attaccabile, ms non potrebbe fare comunque niente

ma il problema reale è che, a differenza di oracle ed apple, ms non chiarisce ( da anni ormai ) quali sono questi fantomatici brevetti

linux non viola nessun brevetto ms, almeno da quello che si sa pubblicamente, è ms che dice il contrario....Linus e soci hanno più volte chiesto a ms di dire quali sono i brevetti violati, in modo da poter, eventualmente, cambiare il codice di Linux ed evitare le violazioni

la risposta però non è arrivata....l'uso di nda nei patent settlements, il niet di motorola, la mezza vittoria di b&n, fanno pensare che ms sta solo trollando e ha trovato oem e odm tanto stupidi e spaventati dai tribunali, che accettano di pagare piuttosto che andare in tribunale

proprio riguardo redhat c'è stato un altro episodio "divertente"...c'è stato un botta e risposta tra ms e redhat e redhat ha fatto sapere che qualora ms si presentasse con la richiesta di un obolo, si andrebbe dritti in tribunale

ms non si è più fatta vedere dalle parti di redhat

considera che ms detiene il brevetto sul doppio click, penso non ci sia altro da aggiungere

e considera che recentemente le è stato invalidato il brevetto su fat32, perchè i nomi lunghi per i file li ha inventati amiga non microsoft

l'impero microsoft si regge su una marea di brevetti fuffa che, in tribunale, verrebbero invalidati a raffica

purtroppo le cause costano e molti oem ( e vedo anche gli odm ormai ) preferiscono pagare, sicuro di eventuali sconti ed aiuti da parte di ms evidentemente

ad esempio a samsung non costa niente pagare quei 5 dollari, se poi ms glieli sconta dalle licenze di windows phone

comunque sia, vale quanto detto qualche giorno fa da Brin e cioè che le aziende che non sanno competere ricorrono ai brevetti e alle cause legali

che poi vorrei capire cosa c'entra un odm, visto che pegatron non vende smartphone ma li fabbrica per conto terzi....semmai dovrebbero essere i clienti pegatron a pagare i brevetti

quest'ultimo dettaglio fa capire ancora di più quando ms ormai sia un patent troll
devilred 28/04/2012 12:14
+7

 Originariamente inviata da ashtisdale93

Mi sa tanto di parassita...
Mi piacerebbe tanto sapere quali siano questi brevetti in questione.



non c'e' bisogno che tu sappia quali sono o non sono. se pagano vuol dire che i fatti stanno cosi.
nethuns 28/04/2012 12:21
+5
ottima cosa, chi viola paga...gli haters e i fanboy "avversari" piangessero di meno e si impegnassero a sistemare i problemi che android si porta dietro fin da troppo tempo.
1/10 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:

In esclusiva per i nostri lettori


21234-00-40G
Sapphire R9 295X2 8GB gddr5 4*MiniDP/DVI
Sapphire modello 21234-00-40G è la nuova scheda video AMD con doppia GPU R9 295X2 a 28nm. I processori girano ad una frequenza di 1018 Mhz, mentre gli 8GB di memoria dedicata GDDR5 hanno una velocità di 5000 Mhz.
€ 1159,90 € 1389,90 compra
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli