Nvidia sfida Intel sui PC e vuole l'iPad con chip Tegra

di Elena Re Garbagnati, 21 ottobre, 2011 09:35

Il numero uno di Nvidia ha confermato la roadmap dei SoC per tablet e smartphone, ma ha spiegato che il prossimo obiettivo sono i PC. Ha anche individuato una killer application per i sistemi Windows basati su ARM: Office, tutto il resto non conta. Secondo Huang, infine, Apple potrebbe prima o poi bussare alla sua porta per chiedergli di produrre i chip dell'iPad.

 

La conferenza AsiaD è stata teatro di una serie dichiarazioni interessanti da parte di Jen-Hsun Huang, l'amministratore delegato di Nvidia ormai conosciuto come un personaggio che non si tira indietro davanti alle domande, anche quelle più insidiose e scomode.

In un'intervista con Walt Mossberg del Wall Street Journal ha confermato la roadmap futura dei SoC Nvidia, che dopo Kal-El prevede Wayne, Logan e Stark, tutti nome in codice di supereroi (Superman, Batman, Wolverine e Ironman).

Il numero uno di Nvidia conferma le roadmap e sfida Intel sui PC

Huang ha inoltre svelato che "per costruire questi system-on-chip servono 500 progettisti di chip e mille ingegneri software, due o tre anni di lavoro e investimenti in ricerca e sviluppo per due miliardi di dollari. Non è esattamente economico costruire questi prodotti". Huang ha proseguito spiegando che gli piacerebbe "annunciare un processore nuovo ogni anno, per questo l'azienda ne sta progettando tre contemporaneamente".

Per giustificare i costi degli investimenti e far capire la direzione che intende prendere l'azienda, Huang ha spiegato la strategia a lungo termine di Nvidia, che suona molto come una sfida bella e buona a Intel e a Qualcomm, che ha identificato come i diretti concorrenti, e come un invito a nozze per Apple, che Nvidia ha apertamente corteggiato.

La roadmpap di Tegra

Il perno centrale della questione è che al momento i suoi chip sono presenti nel 70% dei tablet concorrenti dell'iPad e in 13 modelli di smartphone fra quelli di maggiore successo. L'obiettivo principale dell'azienda è inserirsi nel mercato dei PC. Huang ha spiegato che la sua azienda si è affermata producendo chip grafici per computer, per poi cercare di evolversi anche come fornitore di chipset, ma il tentativo non ha funzionato perché "andare in punta di piedi con Intel non è una buona idea".

Nvidia ha quindi cercato di aumentare l'utilità delle GPU integrandole in prodotti diversi come quello HPC (High Performance Computing), ma anche come componenti centrali dei prodotti per il mobile computing, partendo dall'idea che i prodotti come gli smartphone sarebbero diventati i computer che sono oggi. Per questo motivo Qualcomm è una concorrente diretta, mente Apple è una concorrente indiretta perché sviluppa da sé i chip che poi integra nei suoi prodotti.

Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR
 
Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 1 Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 2 Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 3 Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 4 Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 5 Nvidia Kal-El Benchmark Interni - PR 6
 

Huang riconosce che Apple ha molte buone ragioni per agire in questo modo, perché ha un maggiore controllo sulla tecnologia e può integrare soluzioni geniali che può tenersi in esclusiva. Il problema è che secondo Huang i costi di ricerca e sviluppo cresceranno in maniera esponenziale per Cupertino e questo potrebbe portare Apple a collaborare con altre aziende per le forniture di chip.

Ovviamente quello che sottointende Huang è che aspetta (e spera) che un giorno Apple lo contatti con l'intenzione d'installare chip Nvidia nei suoi prodotti: in questo modo la missione di conquista del settore dei dispositivi tascabili sarebbe completa.

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (17)

1/2 avanti   
baobab 21/10/2011 10:13
+5
"Ovviamente quello che sottointende Huang è che aspetta (e spera) che un giorno Apple lo contatti"

Mitici!
grng 21/10/2011 10:16
+4
E' tutta una questione di chi arriverà prima sul mercato, nvidia-arm quadcore con buone prestazioni oppure intel con cpu a bassissimo consumo.
La domanda non è se arm avrà mai prestazioni ai livelli di un amd/intel di fascia medio-bassa, ma quando...se ce la farà nel giro di 1-2 anni, anche sacrificando parte dell'efficienza (campo in cui arm è in nettissimo vantaggio) potrà dare davvero fastidio ai colossi x86, data anche la compatibilità con win8
pasqu0 21/10/2011 10:41
0
è tutto da vedere...sarà una bella lotta...intel come tencologia della produzione fisica di chip parte secondo me in netto vantaggio, il vero freno è la sua architettura deve davvero mettersi dietro e spingere la x86 la dove nessun uomo è mai stato prima XD
Per il resto osservo curioso certo che NVIDIA sta lavorando davvero bene in questi anni!
g.dragon 21/10/2011 10:41
0
praticamente il CEO NVIDIA ha lanciato frecciatine a tutti.. vorrebbe che tutti acquistassero i suoi chip.. Apple Microsoft ecc
DoctorDoomIII 21/10/2011 10:58
0
Ma il Tegra5 si chiamerà Jordan o Prince ?

T3 Kal el - superman
T4 Bruce Wayne - batman
T5 Hal Jordan - lanterna verde o Diana Prince - Wonder Woman

the-smoker 21/10/2011 10:59
0
Strano che non ha parlato di TexasInstrument
visto che OMAP in questo periodo è leader
the-smoker 21/10/2011 10:59
-3

 Originariamente inviata da the-smoker

zeronegativo 21/10/2011 11:12
0
si ma oltre a windows su ARM serve tutto l'ecosistema che si porta dietro, un notebook grande come un tablet (o un tablet con la tastiera)con l'autonomia e la leggerezza di un tablet, compatibilità ai maggiori programmi usati in ufficio, in ambito aziendale può aiutare e parecchio. Altrimenti per me restano dei gran bei giocattoli..
EpoX 21/10/2011 11:25
0
Mi mancavano le uscite di Chin Chau Smink...

Bello considerare concorrenti Qualcomm e Intel, "dimenticandosi" TI e Samsung che rispettivamente con gli OMAP e gli Exynos le hanno tolto i "design win" nei tablet e smartphone dual core post-Tegra...

Diciamo che il vantaggio di Nvidia è la tempistica di sviluppo, ma sulla competitività dei loro SOC ARM rispetto ai concorrenti (che appunto sono in ritardo in senso cronologico) in quanto a prestazioni hw evidentemente qualcosa manca ancora.

Su Apple che dire? Se si è comprata la sua aziendina per farsi gli ARM in casa perchè mai dovrebbe filarsi Nvidia? Per le prestazioni? Ma se fino a un anno fa vendeva sottilette a 1000 euro con dentro un Core2 e gliele compravano senza problemi, da quando in qua Apple si preoccupa delle prestazioni (intese come potenza hw bruta) come parametro per vendere di più?
Sevenday 21/10/2011 12:15
+1
Ed Intel andò con il suo ATOM contro questi pentacore...della serie in guerra con un trattore che non va e consuma...

Come son contento che inizino a pestare i piedi alla monopolista Intel, era anche l'ora.

Per x86 forse stavolta è davvero arrivata l'ora di relegarlo solo alla nicchia.
1/2 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:

In esclusiva per i nostri lettori


AUD320-32G-CBK
ADATA UD320 32GB flash drive USB/microUSB 2.0 otg
ADATA modello AUD320-32G-CBK è una memoria flash drive da 32GB con connessione USB e micro USB compatibile con dispositivi Android 4.1 o superiore, per una connettività PC/smartphone senza limiti.
€ 19,99 € 22,90 compra
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli