Plustek OpticFilm 8200i è lo scanner di diapositive per tutti

di Alberto De Bernardi, 07 maggio, 2012 12:00

Lo scanner per diapositive e negativi 35mm Plustek OpticFilm 8200i si presenta con un prezzo abbordabile rispetto a prodotti professionali e consente di ottenere discreti risultati. È però adatto solo per piccoli carichi di lavoro. Ecco la nostra prova.

 

Plustek, azienda specializzata nella produzione di scanner per acquisizione immagini, ha recentemente presentato il suo nuovo fiore all'occhiello per la scansione manuale di diapositive, l'OpticFilm 8200i, che testiamo in "anteprima".

Ne esistono due versioni, identiche per quanto riguarda l'hardware, che differiscono per la dotazione accessoria: OpticFilm 8200i SE, venduto a 359 euro, e OpticFilm 8200i Ai, che include anche il target di calibrazione IT.8, a 529 euro.

Prezzi non popolari in senso assoluto, ma decisamente inferiori ai modelli professionali con caricatore automatico, che se di buona qualità costano mediamente quattro volte tanto. L'8200i si candida così a diventare un punto di riferimento per fotoamatori con un numero limitato di originali da acquisire.

OpticFilm 8200i

La dotazione include scanner, 2 CD con il software a corredo, manuali hardware e software, cavo USB, trasformatore, borsa di trasporto e due telai per l'acquisizione di 4 diapositive o 6 fotogrammi 35mm. Impossibile acquisire altri formati. La versione Ai include naturalmente anche il target IT.8.

Il nuovo modello rappresenta la naturale evoluzione dei precedenti 7500i e 7600i, con cui condivide aspetto esterno e caratteristiche ottiche. Sulla parte frontale si trovano il pulsante di accensione e altri due pulsanti (IntelliScan e QuickScan) per l'avvio delle operazioni di scansione predefinite, mentre sul retro troviamo la porta USB e il connettore di alimentazione. 

L'inserimento degli originali avviene dal lato e il trascinamento è, come già detto, solo manuale. Il sensore CCD garantisce una risoluzione ottica massima di 7200 dpi e una profondità colore massima di 48 bit.

Come il precedente 7600i, anche l'8200i usa una lampada LED anziché la tradizionale lampada a catodo freddo (CCFL), con evidenti vantaggi in termini di tempo di riscaldamento (le CCFL richiedevano qualche minuto per stabilizzarsi) e stabilità nel tempo

Scansione ottenuta con 8200i dopo calibrazione. Buona fedeltà cromatica, colori equilibrati e tono della pelle naturale e convincente.

L'area di scansione massima per i negativi è di 36,8 x 25,4 mm, il dynamic range (densità ottica) dichiarato è pari a 3,6 e, per concludere con le caratteristiche tecniche, citiamo il canale a infrarossi incorporato che, unito al software SilverFast, consente una più efficace rimozione di polvere e graffi.

L'installazione software comprende, oltre ai piccoli driver (meno di 10 MB), Presto! Page Manager 7 e SilverFast Ai Studio 8. Il primo è un pacchetto di gestione documentale e OCR non molto in tema con uno scanner per diapositive, mentre SilverFast Studio, disponibile sia in versione PC sia in versione Mac, è un pacchetto di acquisizione diapositive potente e di buona qualità. I driver comprendono anche il driver TWAIN, che consente di utilizzare lo scanner all'interno di qualunque applicazione compatibile, come ad esempio Photoshop.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (12)

1/2 avanti   
Buby84 07/05/2012 12:21
+1
bah, oramai le diapositive non si usano piu` da molti anni e chi aveva bisogno di trasportare le sue vecchie foto da diapositiva a digitale credo lo abbia gia` fatto
ps, la qualita della foto in prima pagina non mi sembra sto gran che
Klonoa 07/05/2012 12:26
+2

 Originariamente inviata da Buby84

bah, oramai le diapositive non si usano piu` da molti anni e chi aveva bisogno di trasportare le sue vecchie foto da diapositiva a digitale credo lo abbia gia` fatto
ps, la qualita della foto in prima pagina non mi sembra sto gran che



Evidentemente non è come pensi tu, altrimenti che li facevano a fare??! Avranno fatto le loro belle ricerche di mercato!
D_Giorgio 07/05/2012 12:34
0

 Originariamente inviata da Buby84

bah, oramai le diapositive non si usano piu` da molti anni e chi aveva bisogno di trasportare le sue vecchie foto da diapositiva a digitale credo lo abbia gia` fatto
ps, la qualita della foto in prima pagina non mi sembra sto gran che



Qualcuno usa ancora le pellicole a livello amatoriale.
Siete abituati al digitale mi sa... Forse si dovrebbe applicare un po' di contrasto sui toni medi. Ma non è male eh... ho visto scansioni molto peggiori.
Più che altro bisognerebbe confrontarlo con l'Epson V750 che può leggere anche 6x6 e pellicole grande formato. Fino a qualche anno fa era il top per l'amatore con una densità ottica pari a 4 o 4.1 non ricordo precisamente. la risoluzione del CCD da sola non conta niente.
desfoteam 07/05/2012 12:47
+1
Io ho ancora 6 valigie piene di diapositive..

Mi farebbe comodo passarle in digitale
faber80 07/05/2012 12:47
0
non nascondo che in un mondo ormai dominato da megapixel e memorie di massa mi sembra un articolo dal gusto "retrò". Strumenti sul viale del tramonto, relegati più che altro a chi ancora si trattiene.
g.dragon 07/05/2012 13:16
0
è un prodotto di nicchia.
tuttodigitale 07/05/2012 15:00
0

 Originariamente inviata da D_Giorgio

Qualcuno usa ancora le pellicole a livello amatoriale.
Siete abituati al digitale mi sa... Forse si dovrebbe applicare un po' di contrasto sui toni medi. Ma non è male eh... ho visto scansioni molto peggiori.
Più che altro bisognerebbe confrontarlo con l'Epson V750 che può leggere anche 6x6 e pellicole grande formato. Fino a qualche anno fa era il top per l'amatore con una densità ottica pari a 4 o 4.1 non ricordo precisamente. la risoluzione del CCD da sola non conta niente.


il 7600 è molto meglio del V750, ovviamente lo scanner epson è una scelta obbligata per il formato 120 e il grande formato
tuttodigitale 07/05/2012 15:06
0

 Originariamente inviata da faber80

non nascondo che in un mondo ormai dominato da megapixel e memorie di massa mi sembra un articolo dal gusto "retrò". Strumenti sul viale del tramonto, relegati più che altro a chi ancora si trattiene.


perchè trattenersi. C'è chi usa entrambe le tecnologie per il gusto di farlo. Nessuno obbliga di non usare il digitale con l'analogico e viceversa...
Semmai mi chiedo a quanto uno scanner decente come questo (anche nel prezzo), che permetta di acquisire il medioformato, visto i prezzi delle fotocamere e obiettvi usati sono a mio modo di vedere alla portata di qualsiasi amatore.
schwalbe 07/05/2012 15:16
0
Dmax 1.26 non è mica un granchè. Va bene solo per foto molto luminose. Molte sfumature van perse. Inusabile per notturni e tramonti.
Meglio spender di più o tenersi i soldi in tasca, che rimpiangere l'acquisto.
Ma siete sicuri del Dmax? Nel senso, non è che è difettoso?
Perchè è più scarso degli scarsi di 10 anni fa!
pepo154 07/05/2012 18:26
0
Proprio in questi giorni mi hanno chiesto di consigliare uno scanner per diapositive.
Anche io ho un armadio pieno di diapositive ma come orientarsi?
Meglio questi o i classici scanner?
Ci sono siti dove vengono testati?
A leggere dalle caratteristiche tecniche pure quelli da 39 euro del supermercato promettono faville quindi bisogna basarsi su altro per scegliere...
1/2 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 - 3Labs Srl - A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli