Record per la fibra: 26 terabit al secondo con il laser

di Elena Re Garbagnati, 24 maggio, 2011 16:48

Un gruppo di ricercatori tedeschi ha trovato il modo per trasferire dati alla velocità di picco di 26 terabit al secondo, con un solo laser e con una tecnologia che si può integrare in un comune chip di silicio. Si potranno trasferire mille DVD ad alta definizione in un secondo.

Con la fibra si possono trasferire fino a 26 terabit al secondo. Il record è stato stabilito da un gruppo di ricercatori tedeschi, sfruttando un solo laser. A questo ritmo si potrebbero trasferire in un solo secondo i contenuti di quasi 1.000 DVD in alta definizione tramite fibra ottica.

Per ottenere questo risultato i ricercatori hanno sfruttato un algoritmo conosciuto con il nome di "trasformata di Fourier veloce" (FFT, Fast Fourier Transform), impiegato in diversi campi, compreso quello dell'elaborazione di segnali digitali. La novità di questa ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Photronics, è che sono stati separati oltre 300 colori differenti all'interno di un fascio di luce laser, ciascuno codificato con la sua stringa di informazioni.

Con la fibra si possono trasferire fino a 26 terabit al secondo

Gli studi condotti in passato usavano, invece, un solo colore all'intero della fibra, quindi la velocità di trasferimento dei dati era limitata rispetto a questa nuova tecnica. In sostanza, usando un sistema denominato "divisione di frequenza ortogonale multiplexing", venivano impiegati una serie di laser per codificare le stringhe di dati associate ai diversi colori della luce, e spedirli ad alta velocità attraverso la fibra. All'altro capo del cavo un insieme di oscillatori laser si occupava di raccogliere i segnali luminosi in arrivo e invertire il processo di decodifica.

Il professor Wolfgang Freude, co-autore del documento redatto presso l'Istituto di tecnologia di Karlsruhe in Germania, ha spiegato che il limite massimo di dati che si potevano trasferire in questo modo era limitato dal numero dei laser disponibili, e pertanto dai costi. Un esperimento aveva dimostrato che è possibile raggiungere velocità di trasferimento di 100 terabit al secondo, ma erano stati messi in campo qualcosa come 370 laser: abbastanza da riempire interi scaffali e da consumare diversi kilowatt di potenza.

Il vantaggio della nuova tecnologia è che viene impiegato un solo laser, quindi ha costi sostenibili

La velocità di 26 terabit al secondo è raggiungibile, invece, con un solo laser e inviando impulsi estremamente brevi. Ciascun impulso trasmette un numero discreto di colori di luce all'interno di quello che è noto come un "pettine di frequenze". Quando questi impulsi vengono inviati in una fibra ottica, i colori possono mescolarsi insieme fino a creare 325 sfumature differenti, ciascuna delle quali può essere codificata con un flusso di dati univoco. Nell'esperimento i segnali sono stati trasmessi attraverso un cavo in fibra ottica da 50 km, quindi è stata sfruttata la trasformata di Fourier per estrarre i colori dal fascio di ingresso.

Secondo il professor Freude la sua tecnologia si può integrare in un comune chip di silicio

Il professor Freude ha spiegato che la tecnologia messa a punto dal suo gruppo di lavoro surclassa gli approcci precedenti, e potrebbe essere integrata in un banale chip di silicio con costi sostenibili per la produzione in volumi. Freude ammette che la sua idea è complessa, ma ricorda: "pensate agli enormi progressi compiuti nel campo della fotonica del silicio. 10 anni fa nessuno avrebbe immaginato che oggi sarebbe stato così comune integrare circuiti ottici in un chip di silicio".

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (27)

1/3 avanti   
venu 24/05/2011 17:05
+21
26 terabit è quasi il traffico italiano ...
Anzi , come potenziale non lo supera, ma come traffico attivo è forse maggiore.
Parlare di tale velocità per persona è fantascienza ,roba tipo fra 200 anni, ma se quei simpaticoni della telecom adottassero soluzione come queste , avere 1 gbit decente a 20 euro credo sia fattibile, umm tempo 1 o 2 decadi, nahh ,ci sarà prima gente all'estero con 26 terabit a persona.
Dan7e 24/05/2011 17:07
+2
ottima ricerca, speriamo che i benefici di questo studio siano impiegabili in breve tempo magari anche in Italia.
Jacopo93 24/05/2011 17:12
+6
Ovviamente grazie al Grande Puffo non vedremo mai questa tecnologia..tsk..
lexo 24/05/2011 17:19
+3
Tutto fantastico (seriamente) ma gli hard disk in grado di scrivere a quella velocità?? Le ram?? Il processore per gestire tutto??
Ovviamente per un cavo transatlantico questo è l'ideale... ma per noi utenti normali la situazione non cambia.
Io credo che si debba investire di più in questi punti.
ELmaFiaS 24/05/2011 17:22
+2
avere nelle nostre case almeno il 10% di questa potenza e sarebbe già un ottimo passo avanti per l'Italia
pulque 24/05/2011 17:22
+1
26 terabit...millemila bit...numeri che fanno girare la testa...ad enti come il CERN o i vari laboratori di ricerca farebbe comodo una connessione del genere...a me basterebbe una 100mega (per il momento).
Bubu93 24/05/2011 17:30
+8

 Originariamente inviata da ELmaFiaS

avere nelle nostre case almeno il 10% di questa potenza e sarebbe già un ottimo passo avanti per l'Italia



Ma anche un millesimo
faricci 24/05/2011 17:36
+6

 Originariamente inviata da lexo

Tutto fantastico (seriamente) ma gli hard disk in grado di scrivere a quella velocità?? Le ram?? Il processore per gestire tutto??
Ovviamente per un cavo transatlantico questo è l'ideale... ma per noi utenti normali la situazione non cambia.
Io credo che si debba investire di più in questi punti.



E' un mezzo fisico di comunicazione non è utile solo per internet... magari da questo ci fai le tue ram veloci magari RDMA ai pc al fanta plutonio di google, ecc... gli hd a casa dimenticali.. non servirebbero più... ci sarebbe google con i suoi datacenter a plutonio a registrare tutti i tuoi dati.. "Grande Giove"... scoperte come queste dovrebbero cambiare tutti i punti di vista... non solo il download dei pornazzi
eredorn 24/05/2011 18:02
+10
"Dove sei stato?"
"a comprare il mio nuovo hard disk da 2 TB"

5 minuti dopo

"Dove vai?"
"A comprare un nuovo hard disk da 2 TB"
xhogan89x 24/05/2011 18:10
+1

 Originariamente inviata da eredorn

"Dove sei stato?"
"a comprare il mio nuovo hard disk da 2 TB"

5 minuti dopo

"Dove vai?"
"A comprare un nuovo hard disk da 2 TB"


magari per quando questa fibra toccherà terra, noi siamo entrati in pieno nel cloud computing e questi problemi non ci riguarderanno, magari XD
1/3 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli