SSD 710, Intel manda in pensione gli X25-E Extreme

di Manolo De Agostini, 15 settembre, 2011 06:25

Intel sostituisce le unità X25-E Extreme con quelle SSD 710. Si tratta prodotti dedicati al mondo enterprise, pensati appositamente per i data center. La grande novità riguarda l'uso della memoria NAND Flash a 25 nm di tipo MLC HET, mentre le precedenti soluzioni usavano chip SLC. Questo ha permesso a Intel di aumentare la capacità del disco, mantenendo prestazioni pressoché simili.

Intel ha presentato i nuovi SSD della serie 710 (nome in codice Lyndonville), successori della gamma Intel X25-E Extreme (RAID 0 con 16 dischi SSD Intel X25-E, nuovo record). Si tratta di soluzioni progettate appositamente per i data center.

Gli SSD Intel X25-E erano basati sulla più costosa memoria flash NAND SLC (Single Level Cell) a 50 nanometri, mentre l'SSD Intel 710 utilizza la memoria flash NAND MLC a 25 nm con tecnologia Intel High Endurance (HET) capace di offrire - a costi molto più contenuti - l'affidabilità, la durata e le prestazioni necessarie per data center, servizi finanziari, soluzioni integrate, portali Internet, motori di ricerca e altre applicazioni impegnative di storage e server.

Gli SSD Intel 710, dotati di interfaccia SATA 3 Gbps, offrono una resistenza in scrittura fino a 1,1 Petabyte (PB) e sono disponibili con capacità di 100, 200 e 300 GB. Destinati ad applicazioni che fanno un elevato numero di operazioni di I/O, queste soluzioni raggiungono le 2.700 IOPS in scrittura di blocchi casuali 4 KB e fino a 38.500 IOPS in lettura (questi dati fanno riferimento al modello da 200 GB, come vedete in tabella).

Capacità Letture sequenziali Scritture sequenziali Letture casuali 4KB Scritture casuali 4KB
100 GB 270 MB/s 170 MB/s 38.500 IOPS 2.300 IOPS
200 GB 270 MB/s 210 MB/s 38.500 IOPS 2.700 IOPS
300 GB 270 MB/s 210 MB/s 38.500 IOPS 2.000 IOPS

Ricordiamo che la gamma X25-E offriva prestazioni in lettura e scrittura sequenziale rispettivamente fino a 250 e 170 MB/s, mentre per quanto riguarda le letture e scritture casuali 4 KB i dati Intel dicono 35.000 e 3.300 IOPS. Le prestazioni non sono poi così differenti, ma c'è un sostanziale cambiamento, ovvero l'aumento di capacità rispetto alle soluzioni precedenti (32 e 64 GB).

Gli SSD Intel 710 includono inoltre una funzione per proteggere i dati in caso d'interruzione dell'alimentazione, memoria flash NAND supplementare (non è nota la quantità) per fornire protezione del sistema in caso di guasto di un die NAND e aumentare la sicurezza dei dati, la tecnologia di crittografia Advanced Encryption Standard (AES) a 128 bit e un sistema di monitoraggio e registrazione della temperatura con un sensore interno controllabile grazie a due attributi della tecnologia SMART (Self Monitoring Analysis and Report Technology).

I miglioramenti apportati da Intel al firmware rispetto alle soluzioni X25-E includono tecniche ottimizzate per evitare gli errori, algoritmi di riduzione della write amplification e funzioni di gestione degli errori a livello di sistema oltre i normali standard ECC (Error Correction Code) di settore. Tutto questo, secondo l'azienda, consente di raggiungere un MTBF (Tempo medio fra i guasti) di 2 milioni di ore.

Gli SSD della serie 710 sono disponibili al prezzo di 649 dollari per la versione da 100 GB, 1.289 dollari per quella da 200 GB e 1.929 per i 300 GB, per lotti da 1.000 unità. Intel offre una garanzia di 3 anni.

Argomenti interessanti

 
 

Commenti dei lettori (21)

1/3 avanti   
il_CBR 15/09/2011 08:45
-3
..di questo passo gli SSD non saranno mai popolari.. 650 dollari per 100GB: questi sono pazzi.......
Human_Sorrow 15/09/2011 08:48
+2

 Originariamente inviata da il_CBR

..di questo passo gli SSD non saranno mai popolari.. 650 dollari per 100GB: questi sono pazzi.......



Hai letto l'articolo ?

1) Sono per i data-center non per il mercato consumer
2) Prezzo per lotti di 1000 unità
gtx88 15/09/2011 08:49
0
beh non sono per l'utente casalingo, ma certo che in questo periodo poche aziende se ne possono permettere più di uno
MRC 15/09/2011 08:51
+13
e meno male che hanno usato le meno costose MLC...
Costantine1983 15/09/2011 08:55
0
Prezzo per lotti di 1000 unità : Nel senso che vista la crisi con 650 dollari mi danno 1000 unità da 100 gb? xD

Lasciamo perdere và.....
karl8 15/09/2011 09:00
+9

 Originariamente inviata da Costantine1983

Prezzo per lotti di 1000 unità : Nel senso che vista la crisi con 650 dollari mi danno 1000 unità da 100 gb? xD

Lasciamo perdere và.....



No vuol dire che se compri 1000 unità le paghi 650 l'una, cioè 650mila.

Comunque non capisco una cosa: gli SSD esistono da vari anni ormai, ma il prezzo non scende di una virgola.
Perché il progresso tecnologico in questo campo non viene usato per rendere più economica una generazione, piuttosto che alzare l'asticella delle prestazioni???
CiBa 15/09/2011 09:11
+5

 Originariamente inviata da karl8

No vuol dire che se compri 1000 unità le paghi 650 l'una, cioè 650mila.

Comunque non capisco una cosa: gli SSD esistono da vari anni ormai, ma il prezzo non scende di una virgola.
Perché il progresso tecnologico in questo campo non viene usato per rendere più economica una generazione, piuttosto che alzare l'asticella delle prestazioni???



..ironia, questa sconosciuta!
sandrixroma 15/09/2011 09:11
+10

 Originariamente inviata da karl8

No vuol dire che se compri 1000 unità le paghi 650 l'una, cioè 650mila.

Comunque non capisco una cosa: gli SSD esistono da vari anni ormai, ma il prezzo non scende di una virgola.
Perché il progresso tecnologico in questo campo non viene usato per rendere più economica una generazione, piuttosto che alzare l'asticella delle prestazioni???


ma più che altro, visto il vertiginoso calo di prezzo delle memorie, come mai non scendono!?
fabiuz 15/09/2011 09:11
0
Per meno della metà (250€) mi prendo SSD della kingstone V+ 100 da 128GB che offre r:230MB/s e w:180MB/s.
GianArd 15/09/2011 09:34
-2
Questi dischi ssd nn sono fatti x il mercato consumer.. paragonarli con gli ssd normali è come paragonare un hd da 1tb 7200 rpm con un 100 gb scsi hotswap.. son fatti x i grandi datacenter x i calcoli probabilistici e di fisica e ovviamente anche x le piccole aziende che possono permetterseli non per metterveli sul pc di casa
1/3 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
Guarda anche: Hard Disk e SSD, SSD, Intel
 
Continua a seguirci!
TechMedia Network | Experts
Copyright © 2014 Bestofmedia Group. Tutti i diritti riservati
P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli