WiGig, trasmetteremo un intero DVD in sessanta secondi

di Manolo De Agostini, 01 febbraio, 2012 16:53

Con il WiGig trasferiremo un filmato DVD da un dispositivo all'altro in un minuto. Panasonic ha dato dimostrazione delle potenzialità del nuovo standard per la trasmissione di dati, in grado di raggiungere una velocità di trasferimento dati di 7 Gbps, dieci volte di più rispetto all'802.11n.

I due dispositivi usati per l'occasione erano un tablet con scheda di memoria WiGig e uno schermo di un impianto stereo per auto. Un bell'esempio di ciò che potrebbe essere il futuro: trasmissione di filmati su schermi posti nello schienale dei sedili di un'auto o un aereo direttamente dal tablet e tutto senza fili.

La soluzione dell'azienda nipponica sfrutta la banda dei 60 GHz. "I dispositivi tri-band WiGig, che operano a 2.4, 5 e 60 GHz, forniranno velocità di trasferimento dati fino a 7 Gbps, 10 volte di più rispetto all'802.11n, mantenendo la compatibilità con i dispositivi Wi-Fi esistenti. La tecnologia è stata progettata per supportare diverse applicazioni sia su dispositivi a basso consumo che ad alte prestazioni, inclusa l'elettronica di consumo, i PC, i dispositivi portatili e l'equipaggiamento di rete", ha dichiarato la WiGig Alliance presentando la versione 1.1 dello standard lo scorso giugno.

WiGig è ancora in bozza presso l'IEEE con il nome 802.11ad. E se la velocità di trasferimento è indubbiamente tra i punti positivi, così come la disponibilità della banda 60 GHz, la breve distanza di trasmissione è il problema principale, perché il raggio è limitato a un massimo di tre metri (e non devono esserci ostacoli). I primi prodotti commerciali che introdurranno il WiGig saranno disponibili nel corso del 2013. Siete rimasti impressionati? Sappiate che questo è solo l'inizio: Wireless turbo, trasferiremo dati a 30 gigabit al secondo.

Argomenti interessanti

 
 
Clicca per i dettagli
Segui Tom's Hardware!

Copyright © 2015 A Purch Company. Tutti i diritti riservati. P.Iva 04146420965
Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013, Direttore Responsabile Pino Bruno
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell