Windows 8 con Refresh e Reset: il ripristino facile e veloce

di Dario d'Elia, 05 gennaio, 2012 09:06

Microsoft ha svelato sul suo blog ufficiale le funzioni Refresh e Reset di Windows 8. Entrambe re-istallano Windows ma il primo mantiene tutti i dati, le applicazioni e le configurazioni principali, mentre il secondo azzera tutto. Da rilevare la velocità operativa: mediamente meno di 10 minuti.

Windows 8 trasforma un sogno in realtà: con le funzioni "Refresh" e "Reset" si potrà agevolmente far ritornare il proprio sistema operativo ai fasti del primo giorno di operatività. Come tutti sanno, l'utilizzo quotidiano del proprio PC, l'istallazione e disinstallazione di software, l'aggiornamento di codec e tanti altri interventi tendono ad appesantire Windows. Se non si attua una corretta manutenzione, per lo più disattesa da tutti i neofiti, nel tempo le prestazioni si riducono sensibilmente.

Refresh - Clicca per ingrandire

Ecco, Microsoft ha pensato di trovare una soluzione: Refresh riporta il sistema a una condizione ideale, mentre Reset a quella di "fabbrica". Ovviamente non siamo di fronte a tecnologie rivoluzionarie bensì semplicemente a strumenti più facili da utilizzare. Insomma, di fronte alla classica telefonata di un amico in difficoltà basterà dirgli di andare nel Pannello di Controllo e cliccare un'opzione invece che un'altra. 

Nello specifico Refresh mantiene tutti i dati, le applicazioni e le configurazioni principali e re-istalla Windows. E per configurazioni si intende tutto ciò che riguarda: reti wireless, reti mobili, BitLocker, l'assegnazione nominale dei drive, personalizzazioni dello schermo, etc. Reset invece rimuove tutti i dati personali, le applicazioni e configurazioni del PC procedendo poi a una nuova istallazione di Windows.

Reset - Clicca per ingrandire

Insomma, nel primo caso si mantiene ogni dato, nel secondo si perde. La cosa interessante è che la prima opzione non richiede alcun backup su magari hard disk esterno. Da rilevare poi che alcune app dell'interfaccia Metro vengono istallate in automatico, mentre tutte le altre vengono inserite in un file HTML lasciato poi sul desktop. In questo modo nulla verrà dimenticato. In ogni caso coloro che dispongono di una copia immagine del proprio hard disk potranno farne uso se lo desiderano.

Ovviamente si è pensato anche a una soluzione per quelle situazioni in cui la fase di boot è stata compromessa. Windows 8 dispone di uno strumento che consente di utilizzare un flash drive USB (una penna insomma) per il boot e la successiva attivazione della procedura di refresh. 

A questo punto non resta che una domanda: quali saranno i tempi tecnici per queste operazioni? Microsoft ha stimato che il refresh si può fare in meno di 10 minuti mentre il reset in 6 minuti con BitLocker attivo e in 23 minuti con BitLocker disattivato. 

"Comparandoli con un tempo base di 29 minuti e 29 secondi per il restoring degli stessi contenuti da un'immagine di backup del sistema, questi tempi mostrano un considerevole miglioramento", scrive Steven Sinofsky sul blog ufficiale MSDN.

Un grazie da parte di tutti coloro che ricevono inviti a pranzo o cena, con sorpresa (software) finale.

Ti potrebbe interessare anche:

 

Notizie dal web

 

Commenti dei lettori (80)

1/8 avanti   
enri09 05/01/2012 09:26
+53
MI PIACE!!!!!
maggots 05/01/2012 09:29
+35
Azzo se non è una rivoluzione sto w8.....
training91 05/01/2012 09:30
+33
Già Windows 7 è davvero un ottimo sistema operativo, ma Windows 8 con tutte queste migliorie promette davvero di essere migliore.
R4z3R 05/01/2012 09:30
+3
Per quanto avrei preferito potenziassero le soluzioni per ridurre il degrado di prestazioni (cosa che probabilmente avranno anche fatto..) questo è l'ennesima dimostrazione di quanto ms stia puntando a una convergenza con l'esperienza mobile..
Proprio come su android e ios benvenuto su windows a ripristina il dispositivo e a factory reset..
Bene
bauer 05/01/2012 09:31
+29
stà diventando molto interessante questo nuovo sistema windows
Robby921242 05/01/2012 09:32
+8
Niente male!
DjMarvel 05/01/2012 09:33
0
tutti sanno che i rallentamenti nel tempo sono colpa delle applicazioni. Se questi rimangono come anche le importazioni cosa cambia? Io lavoro con un pc con solo installato 3 programmi e da mesi va sempre uguale. Poi il formattone esiste da sempre. Cosa cambia?
Freger 05/01/2012 09:35
+3
non posso dirlo con certezza finchè non lo vedo ma, un immagine su disco esterno me la farei comunque di tanto in tanto:
solitamente le funzionalità che permettono ripristini a condizioni precedenti, sono le prime che vengono intaccate dai virus.

temo che queste nuove funzioni saranno le prime ad attirare curiosità indesiderate, e di conseguenza sono potenzialmente degli ottimi bersagli per chi vuole fare danni..

certo è comodo in altre situazioni!
utilizzerà la stessa logica delle partizioni nascoste?
Man0war 05/01/2012 09:37
+8

 Originariamente inviata da DjMarvel

tutti sanno che i rallentamenti nel tempo sono colpa delle applicazioni. Se questi rimangono come anche le importazioni cosa cambia? Io lavoro con un pc con solo installato 3 programmi e da mesi va sempre uguale. Poi il formattone esiste da sempre. Cosa cambia?



Ma infatti il "problema" della Microsoft è un po' quell'ostinarsi con il registro che al tempo stesso croce e delizia, se vogliamo. La sporcizia nel registro insieme ad un aumento sempre più brutale di applicazioni-spazzatura che partono all'avvio sono normalmente le due cause dei rallentamenti dei computer degli utenti medi.
minazza 05/01/2012 09:38
+76
pollice giù ci manchi
1/8 avanti   
Devi essere collegato scrivere un commento!

Accesso utenti

Nome utente:
Password:
 
Segui Tom's Hardware!
Informazioni su Tom's Hardware
powered by
Powerd by Aruba Cloud Powerd by Intel Powerd by Dell

Copyright © 2014 - 3Labs Srl - A Purch Company. Tutti i diritti riservati.
P.Iva 04146420965 - Testata registrata presso il Tribunale di Milano, nr. 285 del 9/9/2013
Clicca per i dettagli