1500 programmi per Windows 3.1 utilizzabili via browser

Grazie ad archive.org è ora possibile avviare Windows 3.1 e oltre 1.500 applicazioni direttamente nel browser. Un progetto che unirà vecchi nostalgici e nuovi curiosi, alla scoperta e riscoperta di un sistema operativo che ha fatto la storia del personal computer.

Ci sono 1.500 applicazioni Windows 3.1 utilizzabili gratuitamente online, grazie al nuovo emulatore pubblicato ieri da archive.org. Questo sito, lo ricordiamo, da 20 anni si occupa di archiviare materiali digitali e renderli disponibili gratuitamente a chiunque.

L'antico sistema operativo Microsoft e le relative applicazioni (ma una volta si chiamavano semplicemente "programmi) è stato portato su archive.org grazie al lavoro di Jason Scott, storico e collezionista di software che recentemente aveva già dato prova di sé con il Malware Museum. Scott e i suoi colleghi, tra l'altro, avevano realizzato un altro progetto simile con i videogiochi per MS-DOS.

WinRisk

Il nuovo progetto si chiama Windows 3.x Showcase, ed è fondamentalmente una pagina web da cui possiamo avviare una delle oltre 1.500 applicazioni incluse nella raccolta. Basta cliccare su uno dei programmi che vogliamo usare e attendere qualche secondo affinché l'emulatore si avvii. Nell'immagine potete vedere una vecchissima versione di Risiko (WinRisk), che qualche lettore potrebbe anche ricordare.

Non manca naturalmente la possibilità di avviare "semplicemente" il sistema operativo, presentato con il nome di Windows 3.11 Stock Installation. Qui i più "esperti" potranno lasciarsi andare alla nostalgia, mentre i visitatori più giovani potranno farsi un'idea di cos'era Windows vent'anni fa.

WinStock

La gran parte dei software disponibili, sottolinea Sam Machkovech, su Ars Technica, sono vecchi shareware che Scott ha collezionato nel corso degli anni, conservandoli con amore e con la cura di uno storico. In molti lo hanno aiutato, naturalmente, a realizzare quest'opera mastodontica.

Per quanto riguarda la realizzazione tecnica, Machkovech ci informa riguardo al prezioso contributo di un volontario, che è riuscito a ridurre al minimo (1.8 MB) le dimensioni delle istanze dell'emulatore DOSBOX. Un dettaglio che ha permesso di eseguire l'emulatore all'interno di un moderno browser.