A Pisa i dati viaggiano a 448 Gbit al secondo!

Il Tecip della scuola superiore Sant'Anna di Pisa, il Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del Cnit ed Ericsson sono riusciti a sviluppare una tecnologia capace di trasmettere dati a 448 Gbit al secondo. Si tratta di un primato mondiale.

La tecnologia per trasmettere dati a 448 Gbit al secondo esiste già, ma non è stata sviluppata al MIT di Boston bensì nelle strutture universitarie di Pisa. I ricercatori dell'istituto Tecip (Tecnologie della Comunicazione dell'Informazione e della Percezione) della scuola superiore Sant'Anna insieme ai ricercatori del Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del Cnit (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), in collaborazione con Ericsson, hanno compiuto il miracolo. Ecco quindi il primo sistema super-veloce "su doppia portante ottica inserito in un apparato commerciale di rete in fibra ottica", come riporta La Stampa.

Italia, popolo di navigatori

Nel comunicato ufficiale si parla di un singolo secondo per "una quantità di dati alternativamente pari a 20 film in alta definizione, 500 film in qualità standard, 22.500 collegamenti Adsl a 20 Mbit/s, 7 milioni di videochiamate o 100 milioni di telefonate standard".

"Il sistema  sarà testato, nei prossimi mesi, su segmenti di rete installati in tutto il mondo per poi diventare prodotto del portafoglio Ericsson e quindi essere impiegato nei maggiori sistemi di comunicazione su fibra ottica", conclude il documento.