Adobe Photoshop CS6: funzioni, video e Mercury Engine

La tredicesima versione di Photoshop, CS6, si presenta come una versione densa di novità. A cominciare dal motore grafico Mercury, che assicura maggiori performance in aree critiche. Ma la versione CS6 porta con sé anche diverse nuove funzioni, un'interfaccia grafite e maggiori possibilità nel settore video.

Disponibile in Beta pubblica Photoshop CS6, che abbiamo avuto modo di testare per un paio di settimane. Molte le novità, a cominciare dal motore grafico Mercury. Ma c'è molto altro: 65 migliorie ispirate dall'esperienza d'uso degli utenti,  il 62% di nuove caratteristiche in più rispetto alla precedente, ingresso prepotente delle funzioni di elaborazione video e...interfaccia grafite.  Ebbene sì! Anche Photoshop abbandona l'interfaccia chiara per uniformarsi agli altri pacchetti di sviluppo e ritocco Adobe.

Ma andiamo con ordine. La prima novità è l'attivazione, che ora richiede necessariamente un Adobe ID. È tramite l'account Adobe, infatti, che verranno gestiti i seriali, e ora il periodo di tempo "di prova", che coincide con il tempo in cui si può usare il prodotto off-line prima dell'attivazione, è ridotto da 30 a 7 giorni.

Un'altra novità che prima o poi si finisce per apprezzare, anche se nascosta, è la possibilità di creare informazioni di recovery in caso di crash. Come con Word & Co, ora i blocchi di sistema non provocheranno più, normalmente, la perdita di lavoro.

Per quanto riguarda le performance, oltre alla maggiore efficienza del motore queste sono dovute a un migliore sfruttamento delle GPU: da questa versione, infatti, la potenza delle sezioni grafiche viene usata anche per il calcolo computazionale - tramite OpenCL. L'utilizzo estensivo delle GPU copre tra alcuni filtri molto usati nel ritocco professionale, come fluidifica, ed è qui che si notano maggiormente i benefici di questa funzione. Altro settore in cui si apprezza una notevole differenze è nella galleria di filtri, ora molto più reattiva e capace, anche su macchine non recentissime, di mostrare anteprime praticamente in tempo reale.

Venendo alle nuove funzioni, una delle più sorprendenti è senza dubbio Adaptive Wide Angle, che "raddrizza" le linee curve causate da focali molto corte in base ai dati Exif. Il fotografo non deve fare altro che tracciare una linea di orizzonte, e Photoshop fa il resto. La possibilità di lavorare anche su aree rende lo strumento idonea anche per estrazioni di particolare/fotomontaggi.

Le regolazioni di luminosità e contrasto automatico, quando l'istogramma non copre l'intera area, interpolano ora le informazioni mancanti per preservare al massimo la qualità dell'immagine (non ci si ritrova più con l'istogramma "a pettine" a cui siamo tutti abituati a causa delle informazioni mancanti).

Il Timbro clone e lo strumento Cerotto ora sono "content aware": spostando un oggetto dall'immagine, Photoshop adatta la modifica allo sfondo. Ad esempio, rimuovendo o spostando una persona da una foto che ha come sfondo un prato, il software ricrea il prato. E ancora: nuovi filtri sfocatura, nuovi strumenti di ritaglio (taglio prospettico), introduzione dei preset di migrazione e una nuova versione di Camera RAW - la 7.

Ma la novità probabilmente più vistosa della nuova versione è la sezione video migliorata, presente ora anche nella versione standard (mentre in precedenza la parte video era riservata alla versione Extended). Non sostituirà Premiere ma, con la possibilità d'inserire immagini nei video (e viceversa), applicare filtri ad entrambi, effettuare azioni di pan & zoom alle immagini e la possibilità di usare lo strumento di testo per i titoli abbinato all'utilizzo della timeline, chi dovrà realizzare brevi video di presentazione potrà farlo senza più abbandonare Photoshop.

Per quanto riguarda i prezzi al pubblico quando il software sarà disponibile, al momento in cui scriviamo sono noti solo i prezzi per il mercato statunitense: 699 dollari per la versione standard (199 dollari l'aggiornamento) e 999 dollari per la versione Extended, che offre più strumenti specifici per il 3D (399 dollari per l'aggiornamento).