Amazon vuole sostituire Android sugli smartphone?

Dopo il flop del Fire Phone sembra che Amazon abbia ripensato la propria strategia in ambito smartphone. Secondo indiscrezioni starebbe cercando partnership con i principali produttori per fare la guerra ai servizi di Google.

Il Fire Phone è stato tra i più grandi flop degli ultimi anni. Amazon non è riuscita a entrare in competizione con Apple e i produttori di smartphone Android con un proprio prodotto. L'azienda non sembra tuttavia aver gettato completamente la spugna, almeno stando a un report di The Information.

Il colosso guidato da Jeff Bezos avrebbe scelto di battere un'altra strada per trovare spazio nel settore degli smartphone: siglare partnership con i produttori al fine di integrare i propri servizi nei dispositivi altrui. Non è ben chiaro come ciò avverrà (o se avverrà) ma secondo la fonte non si tratterà di una semplice preinstallazione di applicazioni, l'integrazione dei servizi sarà più profonda.

amazon phone
Dopo il Fire Phone Amazon sarebbe pronta a riprovarci, ma in modo diverso...

"In sintesi l'azienda vorrebbe che i telefoni dei partner ricordino la linea dei tablet Kindle Fire che Amazon realizza da sé". Stando a quanto si può capire sembra che Amazon voglia che i produttori di smartphone adottino Fire OS, la versione di Android modificata dall'azienda, piena dei servizi Amazon. Ricorda in un certo senso quello che sta facendo Cyanogen Inc. con la sua versione modificata di Android.

Ovviamente non è detto che quanto raccontato da The Information si trasformi in qualcosa di concreto: Amazon può bussare a tutte le porte che desidera, ma se i produttori rischieranno di essere buttati fuori dall'ecosistema Google, allora le chance di successo si ridurranno al lumicino. I contratti con Big G impediscono infatti alle aziende di creare prodotti con versioni modificate - detti fork - di Android, prive dei tradizionali servizi Google Play.

Forse l'offerta che Amazon sta avanzando ai produttori è diversa, magari pensata per non mettere a rischio i rapporti degli stessi con Google. Difficile stabilirlo senza ulteriori dettagli, ma è chiaro che Amazon punta ancora a trovare fortuna nel mondo degli smartphone. D'altronde, non le manca nulla: ha un app store e una serie di servizi correlati più che completi. È probabile che ritenterà la prova di forza, in un modo o nell'altro.

Huawei Mate 8 Space Gray Huawei Mate 8 Space Gray
vmall
Huawei Mate 8 Silver Huawei Mate 8 Silver