AMD e Nvidia perdono due dirigenti e cercano fuoriclasse

AMD saluta il dimissionario Thomas Seifert, mentre Nvidia deve dire addio a uno degli artefici del progetto Tegra, Mike Rayfield, che passa in Micron. Entrambe le aziende promettono sostituti all'altezza, ma il mercato già li rimpiange.

Thomas Seifert e Mike Rayfield hanno lasciato i rispettivi incarichi in AMD e Nvidia. Il primo ha annunciato la sua decisione di abbandonare il ruolo di vicepresidente senior e capo delle operazioni finanziarie per perseguire nuove opportunità. Seifert è stato amministratore delegato ad interim della casa di Sunnyvale, prendendo il posto di Dirk Meyer e traghettando l'azienda in un periodo burrascoso, fino ad arrivare alla nomina nel nuovo AD, Rory Read. Era in AMD da circa tre anni.

Non si può dire che si tratti di una persona di poco peso nell'organigramma aziendale, tanto che i mercati hanno preso male la notizia, e alla chiusura della giornata borsistica, nelle contrattazioni after hours, il titolo di AMD è sceso pesantemente fino a toccare anche il -12%. La giornata era stata positiva, con un aumento delle azioni del 2,82% a 4,01 dollari.

Thomas Seifert

AMD ha spiegato che la "dipartita" di Seifert - ufficiale il 28 settembre - non è da ricollegarsi a disaccordi sulla gestione finanziaria dell'azienda. "L'addio di Thomas è un grande problema. Era benvoluto dagli investitori. Era visto come il punto fermo in questa stagione di cambiamenti", ha dichiarato l'analista Patrick Wang di Evercore Partners a Reuters, sottolineando come in casa AMD sotto la gestione Rory Read, a ogni livello, si sono registrati degli addii.

Difficile dire se Rory Read stia facendo bene oppure no. È troppo presto per trarre conclusioni. I frutti del suo operato si devono valure nel lungo periodo, soprattutto quando questa ristrutturazione interna sarà portata a termine e AMD avrà riguadagnato nuova stabilità. Di certo possiamo dire però che la vecchia guardia ha affrontato grandi problemi e quanto successo dal 2006 a oggi è il frutto anche di scelte sbagliate, inutile girarci attorno. Il ruolo di Seifert sarà occupato da Devinder Kumar, attuale vicepresidente senior e corporate controller, che agirà come capo delle operazioni finanziarie a interim, cioè pro tempore.

Mike Rayfield

Parallelamente anche Nvidia ha perso un pezzo grosso, Mike Rayfield, general manager della divisione mobile della casa di Santa Clara e in Nvidia dal 2005. Dopo una breve vacanza, Rayfield è rientrato nel settore tecnologico occupando il ruolo di dirigente senior in Micron Technology. Stando a indiscrezioni si occuperà di gestire tutta la parte che riguarda le memorie a basso consumo, come le soluzioni LPDDR2, LPDDR3, DDR4, DDR4L e LPDDR4, che saranno su miliardi di dispositivi entro il 2020.

Non è ancora chiaro chi prenderà il suo posto in Nvidia. "È una grande perdita per loro", ha dichiarato JoAnne Feeney, analista di Longbow Research. Rayfield è stato tra coloro che hanno maggiormente puntato sul cambio di pelle di Nvidia, passata dall'essere solamente un produttore di schede video a progettista di system on chip Tegra per smartphone e tablet, un mercato florido in cui Nvidia ha tutte le carte in regola per fare bene.

Purtroppo Rayfield e compagni non sono riusciti a strappare un contratto con Amazon per offrire i chip Tegra all'interno dei tablet Kindle Fire, nuovamente dotati di SoC realizzati da Texas Instruments. In ogni caso Nvidia assicura che il successore sarà "eccezionale". Ce lo auguriamo tutti.