Audio masterizzato per iTunes, qualità per palati fini

La nuova sezione di iTunes contiene musica rimasterizzata apposta per l'epoca digitale. I prezzi restano gli stessi, ma l'ascolto dovrebbe essere migliore.

Apple ha creato una nuova categoria per la musica su iTunes. I brani etichettati Masterizzato per iTunes (Mastered for iTunes) dovrebbero garantire anche ai più esigenti un'esperienza audio di alta qualità, nonostante si tratti sempre di file compressi.

L'idea è di compensare l'inevitabile perdita di qualità che si ha con la compressione dei file audio, e ottenere musica di qualità migliore rispetto a quella che circola comunemente online. Gli audiofili sanno che se c'è la compressione di mezzo non si può ottenere la qualità dei formati lossless o quella di un DVD-A o di un SACD, ma questa nuova categoria musicale è comunque meglio del resto, e il prezzo resta lo stesso.

La nuova sezione in bella vista su iTunes

Per ottenere questo nuovo bollino gli editori devono però rassegnarsi a un lavoro certosino da fare una canzone alla volta, in modo da ottenere con ogni frammento il miglior bilanciamento tra alti e bassi, la pulizia del rumore e altri aspetti. Un'attività lunga e complessa, come ha spiegato Andy Vanette, il tecnico che si è occupato della discografia dei Rush. Il risultato sono brani con la massima risoluzione possibile, e che "suonano palesemente meglio degli originali", altrimenti non possono rientrare nella nuova categoria.

È lecito supporre che gli album in questa categoria venderanno un po' più degli altri, ma perché Apple si è presa il disturbo? Dopotutto gli audiofili più esigenti non saranno comunque soddisfatti. Non possiamo conoscere le ragioni di Apple, ma la spiegazione di Andy Vanette su ArsTechnica aiuta a comprendere la situazione.

Se in passato infatti la musica comprata su iTunes si ascoltava con gli altoparlanti del portatile o con le cuffie fornite con l'iPhone, oggi la situazione è cambiata. E questo non solo richiede file migliori, ma rende anche quelli esistenti meno buoni: un brano masterizzato pensando a un MacBook Pro infatti finisce per essere quasi inascoltabile in auto o su un impianto "serio".

Il cantante che ha spaccato Internet in due, spopola anche su iTunes

Se per tante persone "basta che suoni", è bello sapere che c'è finalmente un po' di attenzione anche per chi vuole qualcosa in più dall'ascolto: un pubblico di nicchia, certamente, ma che ha avuto un ruolo importante nella storia della musica. E poi ci sono quelli che "gli MP3 suonano male" ma ascoltano i lossless su altoparlanti da quattro soldi; anche loro saranno felici della nuova offerta Apple.

Ironie a parte possiamo dire che Apple ha aperto alla qualità audio su iTunes; c'è quasi da sperare che le cuffie nella confezione del prossime iPhone non saranno disastrose come quelle attuali.