Call of Duty: Black Ops 2 in trailer, si combatte nel futuro

Call of Duty: Black Ops 2 si presenta in trailer e immagini. Lo scenario di guerra passa al 2025, con flashback agli anni '80 e ci saranno missioni che influenzeranno l'andamento della campagna, cambiando la storia. Non mancherà ovviamente un multiplayer rinnovato e la modalità Zombie.

Call of Duty: Black Ops 2 uscirà il 13 novembre su PC, Xbox 360 e PlayStation 3. Il nuovo titolo di Activision, sviluppato da Treyarch, ci porta nel futuro (il 2025), in un mondo falcidiato da una guerra iper-tecnologica in cui a fianco dei classici militari ci sono droni e robot di tutti i tipi.

Lo scenario è quello di una seconda Guerra Fredda in atto tra Cina e Stati Uniti a causa della scarsità di terre rare, usate per realizzare dispositivi tecnologici e armamenti militari. Come nella realtà, la Cina estrae e controlla l'export mondiale - cosa che al resto degli Stati Occidentali non sta bene.

Nel trailer vediamo il Sgt. Frank Woods, protagonista di Black Ops, anziano ma ancora vivo, come narratore degli eventi. La maggior parte dell'azione in Black Ops 2 si terrà proprio nel futuro, ma occasionalmente si faranno dei salti indietro agli anni '80.

Un aspetto molto interessante e di rottura rispetto al passato è che Black Ops 2 abbandona la storia lineare e introduce l'elemento della scelta. Questo vuol dire che in determinati punti del gioco - Strike Force - avrete l'opportunità di imbarcarvi in singole missioni che ricorderanno vagamente quelle degli RTS, in cui comanderete soldati e droni.

Sarete in grado di passare al punto di vista di uno dei soldati nella vostra squadra, ma anche usare un drone per la visione dall'alto e scegliere la strategia più adatta per vincere la partita. Ciò che farete e avverrà in quel frangente avrà un impatto sulla storia della campagna che state svolgendo, anche se non è ancora chiarissimo in che modo. A ogni modo sembra che le missioni Strike Force saranno rigiocabili.

Call of Duty: Black Ops 2 avrà anche l'ormai nota modalità Zombie, ancora più evoluta, con più zombie e opzioni, affrontabile anche in co-op. Non mancherà ovviamente il multiplayer, rivisto e migliorato, e che a differenza della storia principale non permetterà salti negli anni '80, ma sarà totalmente ambientato nel 2025.

Per quanto riguarda la grafica, non c'è un nuovo motore grafico dietro a questo capitolo, ma Treyarch ha operato ulteriori miglioramenti rispetto ai capitoli precedenti, così da mantenere un buon livello visivo e il target dei 60 FPS. Su PC il gioco supporterà le DirectX 11.