CorelDRAW Graphics Suite X6 a 64 bit e per CPU multi-core

Nella nuova versione della suite grafica più nota al mondo, troviamo supporto OpenType avanzato, nuove funzioni per il layout di pagina e la gestione di colori coordinati. E, finalmente, il supporto per CPU a 64 bit e multicore.

Corel ha presentato la sedicesima versione di CorelDRAW Graphics Suite, il suo prodotto più noto. La versione X6, questo il vero nome, è già disponibile per il download da sito Corel  in varie lingue, tra cui l'italiano, mentre la versione pacchettizzata sarà spedita a partire dal 27 marzo. Vale la pena attendere quache giorno, perché il software in scatola include un ottimo manuale cartaceo - Corel sembra essere rimasta l'unica a offrire manualistica di qualità su carta, meglio approfittarne.

Le novità a livello di strumenti sono importanti, e tra poco ne parleremo, ma volgiamo iniziare col dire che la prima grossa novità è il supporto alle CPU multicore e la versione a 64 bit nativa, la cui mancanza è stato uno dei principali motivi di critica della precedente versione X5. Corel dichiara, per questa nuova versione, incrementi velocistici medi del 50%, ma discutendo con grafici che già hanno lavorato sulla versione beta, pare che i vantaggi siano in alcune occasioni anche maggiori, specie nelle fasi di caricamento e quando si lavora con grafica vettoriale pesante.

Le applicazioni incluse in CorelDRAW Graphics Suite X6 sono: CorelDRAW X6, l'applicazione principale di illustrazione vettoriale e layout di pagina; Corel PHOTO-PAINT X6, applicazione di editing; Corel PowerTRACE X6, utility di conversione da immagini bitmap a grafica vettoriale modificabile; Corel CONNECT, browser di ricerca collegato a siti che offrono immagini di stock iStockPhoto e Fotolia (molto noti tra i grafici); Corel CAPTURE X6, utility per la cattura di schermate; Corel Website Creator X6, software di creazione di siti web.

Oltre a questo, il pacchetto Corel comprende la consueta pletora di oggetti pronti all'uso, che costituiscono un bacino di grande valore a cui attingere. Parliamo di 10.000 clipart e immagini, 1000 foto  ad alta risoluzione, 1000 caratteri OpenType, tra cui font d'eccellenza come Helvetica, 2000 modelli per veicoli, 350 modelli professionali e 800 cornici e motivi.

Tra le novità funzionali che ci preme segnalare della versione X6, citiamo innanzitutto il supporto OpenType avanzato, che consente di realizzare facilmente alternative contestuali e stilistiche, legature, ornamenti, varianti ornate e altro ancora, per testi di sicuro effetto.

Altra novità di un certo peso è data dalla funzione Armonie di colore. Questa funzionalità consente di raggruppare i colori in un'armonia e di analizzare colori e tonalità per produrre schermi di colori complementari. Volendo modificare un oggetto creato con uno schema di colore, è possibile modificare l'intero set di colori ruotando le coordinate colore intorno all'asse L*. In questo modo, tutti i colori definiti varieranno, ma rispettando certi criteri e armonie, appunto: i colori complementari rimarranno tali ecc.

Sono stati aggunti 4 nuovi strumenti di modellazione vettoriale: Sbavatura, Vortice, Avvicina e Allontana, dallo scopo auto-esplicativo.

Altri miglioramenti hanno poi riguardato la finestra stili (più veloce creare stili da replicare su diversi oggetti), i modelli automatici per la creazione di siti web, la funzione Intaglio intelligente del pacchetto di editing fotografico (eliminazione semi-automatica oggetti indesiderati) e altri update minori di cui parleremo più in dettaglio nella recensione prodotto.

Infine, parliamo di prezzi. La buona notizia è che il prezzo non è aumentato rispetto alle versioni precedenti: 599 euro + IVA per la versione completa e 299 euro + IVA per l'aggiornamento. La cattiva notizia è che da questa versione Corel ha modificato la sua politica sugli aggiornamenti: ora può aggiornare solo chi arriva dalla versione X4 o X5, mentre tradizionalmente Corel consentiva l'aggiornamento a chiunque fosse in possesso di una licenza valida.