Da Sparkle un dissipatore componibile per schede video

Il nuovo dissipatore di Sparkle permette di cambiare la ventola. Ce ne sono tre nella scatola, e l'idea è che l'utente le cambi ogni volta che ha necessità differenti.

Sparkle ha mostrato al Computex 2012 un interessante dissipatore per schede video, la cui peculiarità sta nel fatto di poter staccare la ventola e sostituirla con altre incluse nella confezione, e di adattarsi così a un ampio ventaglio di situazioni. L'azienda chiama questa tecnologia D-cYclone.

Sostituire la ventola è piuttosto facile secondo l'azienda, quindi si può ripetere il gesto anche frequentemente secondo il bisogno. Per esempio si può tenere la ventola più silenziosa, per poi sostituirla con quella più efficace nel dissipare il calore (e probabilmente rumorosa) quando si fa overclock. C'è poi una terza ventola, che dovrebbe rappresentare il punto di equilibrio tra i due aspetti descritti.

Hai chiuso il case? E se poi te ne penti?

Una soluzione simile è già stata adottata dall'azienda con la nuova GT 640, ma come mostrano le immagini è in cantiere una soluzione con due ventole dedicata alle schede GeForce GTX 670 e GTX 680.

Difficile dire quanto successo potrà avere questo prodotto. Da una parte l'idea è senza dubbio corretta, cioè quella di usare il miglior sistema di raffreddamento in ogni momento. Dall'altra tuttavia fatichiamo a immaginarci utenti che si prendono il disturbo di smontare e rimontare la ventola a seconda del bisogno.

Certo, c'è chi fa overclock e abitualmente smonta e rimonta i PC, ma probabilmente per questi utenti la ventola più silenziosa non serve a granché.  Gli utenti comuni invece tengono il case chiuso a meno di riparazioni – che probabilmente non fanno personalmente. Insomma, a chi servirà questo dissipatore componbile?