Mobile Word Congress Barcellona 2016

DJI Phantom 4, il drone che evita gli ostacoli e vi segue

Il nuovo DJI Phantom 4 è un quadricottero con telecamera pensato per il mondo consumer, capace di evitare da solo gli ostacoli e non perdere mai di vista il soggetto della ripresa, per consentire anche ai meno esperti di ottenere riprese sempre spettacolari.

Si chiama DJI Phantom 4 ed è l'ultimo nato dell'iconica linea di droni volanti Phantom. Il quadricottero, pensato soprattutto per un pubblico consumer, ha l'ambizione di portare in quest'ambito la qualità delle riprese aeree professionali, grazie a un nuovo sistema di guida autonoma che consente al Phantom 4 di evitare da solo gli ostacoli e di seguire sempre il soggetto della ripresa senza mai perderlo di vista.   

"Con il Phantom 4 stiamo entrando un'era in cui anche i principianti possono volare con confidenza", dice Frank Wang, amministratore delegato di DJI. "La gente sognava di un giorno in cui un drone potesse collaborare con loro in modo creativo. Quel giorno è arrivato."

phantom 1

Le tecnologie che consentono al Phantom 4 di conseguire questi risultati si chiamano Obstacle Sensing System, ActiveTrack e TapFly. La prima utilizza due sensori ottici rivolti in avanti per scansionare lo spazio antistante alla ricerca di ostacoli. Se il sistema ne rileva uno ma determina che non può essere aggirato, farà rallentare il velivolo fino a fermarsi, in attesa che l'utente lo reindirizzi.

L'aggiramento degli ostacoli si attiva anche quando l'utente attiva la funzione di ritorno al punto di partenza del drone, per ridurre il rischio di collisione quando vola automaticamente tornando al suo punto di decollo.

ActiveTrack invece consente agli utenti di utilizzare l'app DJI Go per iOS e Android per seguire e mantenere la ripresa centrata sul soggetto in movimento, toccandolo semplicemente sullo smartphone o sul tablet.  Il Phantom 4 inoltre utilizza l'apprendimento artificiale per continuare a mantenere l'oggetto inquadrato, anche quando il soggetto cambia la sua forma e si gira mentre è in movimento.

Gli utenti hanno pieno controllo dei movimenti della fotocamera mentre si è nella modalità ActiveTrack, e possono addirittura muoverla attorno all'oggetto mentre è in movimento poiché il Phantom 4 mantiene autonomamente il soggetto al centro dell'inquadratura.

La funzione TapFly dell'app DJI Go infine consente all'utente di stabilire una meta cliccandoci sopra due volte tramite lo schermo: Phantom 4 calcolerà una rotta di volo ottimale per raggiungerla, evitando qualsiasi ostacolo lungo il tragitto.

La fotocamera del Phantom 4 è ottimizzata per riprese aeree in 4K ed è stata sottoposta a un aggiornamento che include ottiche migliorate per una maggior nitidezza e una ridotta aberrazione cromatica.

A bordo del Phantom 4 poi troviamo anche il sistema di video trasmissione Lightbridge di DJI, che permette agli utenti di visualizzare sul dispositivo quello che vede la fotocamera, in HD e in tempo reale, fino a una distanza di circa 5 Km.

phantom 3

I nuovi motori invece offrono una migliore gestione dell'alimentazione e una nuova batteria intelligente che hanno consentito di portare il tempo di volo del Phantom 4 a 28 minuti.

Oltre alla facilità d'uso, il Phantom 4 è stato però creato anche per il divertimento. Nella sua nuova modalità "Sport" il Phantom 4 può volare a quasi 73 Km/h, salendo o scendendo più velocemente che in altre modalità.  

Le prenotazioni del Phantom 4 sono iniziate il 1° marzo su DJI.com e Apple.com, e gli acquirenti riceveranno le unità a partire dal 15 marzo. Il Phantom 4 sarà anche disponibile presso i negozi convenzionati DJI e presso gli Apple store di tutto il mondo a partire dal 15 marzo. Il prezzo è di 1.599 euro.