Facebook dà lavoro a 35.000 italiani, è la ricetta anti-crisi

Secondo un'indagine di Deloitte Facebook è un importante volano economico in tutta Europa. Con 800 milioni d'iscritti il social network è diventato ormai un attore di primo piano negli affari del vecchio continente.

Facebook produce 2,5 miliardi di euro in Italia, e ha creato 35.000 posti di lavoro. Questi i dati più rilevanti di una ricerca commissionata dall'azienda di Mark Zuckerberg svolta da Deloitte e presentata ieri. In Europa invece le persone che lavorano "intorno" a Facebook sono 232.000, e la ricchezza generata si attesta sui quindici miliardi di euro.

I valori ovviamente non riguardano esclusivamente solo l'economia di Facebook, ma tutto quello che una volta si sarebbe definito "indotto" e che comprende specialisti di social marketing, figure specializzate all'interno delle aziende, spese pubblicitarie e relativi ritorni, affitto di uffici e così via.

Deloitte ha preso le misure a Facebook

In altre parole Facebook fa girare molto denaro, sostanzialmente in due modi. Un'azienda può creare gratuitamente una fanpage pubblica (qui quella di Tom's Hardware) e usarla per comunicare con i propri fan, oppure spendere denaro per farsi pubblicità su Facebook.

Per stimolare quest'ultima attività, che è la fonte diretta del fatturato per l'azienda, Facebook offre cento euro di pubblicità alle aziende europee, ovviamente nella speranza che il ritorno sia positivo e che i beneficiari diventino clienti paganti in futuro. La cifra può sembrare molto bassa, ma bisogna considerare che la pubblicità su Facebook costa davvero molto poco rispetto al resto del Web - anche perché la sua efficacia è ancora in discussione.

Stando alle dichiarazioni di Sir Richard Allan (responsabile policy per l'Europa dell'azienda di Palo Alto) i marchi che hanno una presenza online crescono più in fretta. Considerando la situazione economica mondiale la notizia non si può che ricevere con piacere.

Il successo di Facebook come volano economico dimostra che la tecnologia, la Rete in particolare, è un potente strumento per risollevare un'economia in difficoltà. Le autorità europee lo hanno ripetuto più volte, e per fortuna il nostro attuale Governo sembra un po' più consapevole a riguardo - più di quello precedente almeno.

L'impatto economico di Facebook - Clicca per ingrandire

Per quanto l'utilità di un investimento diretto su Facebook sia ancora tutta da dimostrare, chi è interessato all'argomento dovrebbe cominciare dal libro Social Media ROI, di Vincenzo Cosenza – uno degli specialisti più apprezzati nel nostro Paese. È un eBook uscito ieri, e sul sito dell'autore potete scaricare l'indice, l'introduzione, la prefazione, il primo capitolo e alcuni diagrammi.