Mobile Word Congress Barcellona 2016

Furto di carte di credito all'albergo Hyatt di Milano

A dicembre la catena di alberghi Hyatt ha rivelato di aver subito una infiltrazione informatica che ha portato al furto degli estremi delle carte di credito di molti clienti tra luglio e la fine dell'anno scorso. Anche quella di Milano figura nell'elenco delle strutture interessate.

Come abbiamo visto nell'articolo pubblicato all'inizio di quest'anno, gli attacchi informatici stanno diventando sempre più audaci, prendendo di mira bersagli man mano più grandi.

Nell'anno scorso, una campagna criminale è riuscita a infettare i sistemi informatici di ben 318 dei 627 hotel Hyatt disseminati nel mondo, rubando un numero imprecisato di credenziali di carte di credito dei clienti.

2016 01 18
Il malware non risparmia nessuno...

Il periodo a rischio è andato da fine luglio ai primi di dicembre, con l'azienda che è prontamente corsa ai ripari quando ha scoperto il problema, ma senza aver la possibilità di far nulla nei confronti dei dati ormai compromessi.

Settimana scorsa, la famosa catena di alberghi di lusso ha reso pubblica la lista delle strutture compromesse e tra queste figura quella di Milano, dichiarata a rischio nel periodo compreso tra il 13 agosto 2015 e l'8 di dicembre dello stesso anno.

Nel comunicato ufficiale, l'azienda chiede ai propri clienti di prestare particolare attenzione agli estratti conto delle loro carte di credito e offre a chi ha soggiornato con loro nel periodo incriminato un servizio di monitoraggio gratuito dei movimenti finanziari online per la durata di un anno.

La catena di Hyatt non è certo la prima a soffrire di questo tipo di problema e, anzi, negli scorsi tre anni il malware che attacca i sistemi di pagamento con bancomat e carta di credito ha mietuto molte vittime.

Il caso più eclatante è stato quello della catena di negozi americani Target, che ha subito il furto dei dati di milioni di carte di credito usate presso le loro casse.

Offerte, contest e news in anteprima sulla pagina Facebook di Tom's Hardware. Diventa nostro fan!