Half Life 3 è un FPS open-world in arrivo dopo il 2013

Secondo una fonte vicina a Valve Half Life 3 sarà un gioco ambientato in un mondo aperto con elementi tipici dei giochi di ruolo. Si parla di un'uscita dopo il 2013.

Half Life 3 uscirà nel 2013 e sarà uno sparatutto ambientato in un mondo aperto con elementi tipici dei giochi di ruolo. La notizia ha dell'incredibile, ma secondo una fonte anonima vicina alla software house di Gabe Newell l'atteso sequel delle avventure del Dottor Freeman sarà proprio così.

Half Life 3 in arrivo dopo il 2013. Sogniamo o siam desti?

La gola profonda sostiene che il gioco ha vissuto uno sviluppo caotico. Il progetto è stato modificato numerose volte in seguito a revisioni estese del gameplay. In origine è partito come un classico sparatutto sulla falsariga degli episodi precedenti ma in seguito gli sviluppatori hanno deciso di spostare l'attenzione sull'esplorazione e sui puzzle, per poi passare all'idea di un gioco "open".

Secondo la fonte anonima l'ispirazione degli sviluppatori arriva da serie come quella di Elder Scrolls, celebre per la libertà di esplorazione concessa ai giocatori. Dunque è lecito aspettarsi numerose missioni e personaggi non giocanti, sempre che le indiscrezioni siano confermate. Il cambio di direzione degli sviluppatori potrebbe essere confermato dai lunghi tempi d'attesa. Ricordiamo infatti che l'ultimo episodio della saga (Half Life 2: Episodio 2) è uscito nel lontano 2007. 

Ricordiamo che finora Valve ha tenuto la bocca cucita e non ha nemmeno confermato di essere al lavoro su un eventuale seguito. Tuttavia quest'anno si sono rincorsi diversi rumor. Il più importante riguarda i presunti artwork di Half Life 2: Episodio 3, che a questo punto si potrebbero ricollegare ad Half Life 3.

Più recenti invece le voci riguardanti il nuovo Source Engine 2, con linee di codice nascoste che richiamano i personaggi della saga. Due indizi che dimostrano che qualcosa bolle in pentola, e quest'ultima indiscrezione di oggi ha letteralmente infiammato l'entusiasmo degli appassionati.

Tuttavia è meglio tenere i piedi per terra e non farsi prendere dall'emozione. Il misterioso informatore sostiene che il gioco uscirà dopo il 2013, ma non sono chiare le piattaforme. Escludendo il PC, scelta obbligata per Valve, si può supporre che il titolo sarà disponibile anche sulle console di prossima generazione di Sony e Microsoft (e magari anche su Wii U).

La speranza è che lo sparatutto di Valve non subisca lo stesso destino di un altro titolo molto atteso, che ha finito per deludere i fan e per fare incetta di pessimi voti sulle testate specializzate. Ovviamente stiamo parlando di Duke Nukem Forever.

In quest'ottica molto probabilmente un cambio di direzione a livello di gameplay potrebbe rappresentare una preziosa ancora di salvataggio, anche se per molti basterebbe la storia intrigante (o la firma di Valve) per assicurare il successo del gioco. Nel frattempo meglio consolarsi con Black Mesa, la mod per godersi con grafica aggiornata il primo indimenticabile capitolo della saga.