I giochi costano sempre meno, in media

Secondo una ricerca EEDAR i prezzi medi dei videogames stanno scendendo.

Secondo un ricerca EEDAR (pdf) i prezzi dei videogiochi stanno scendendo. Il prezzo medio, infatti, si starebbe contraendo, grazie ad un crescente numero di titoli venduti a prezzi ridotti.

I prezzi medi equivalgono, al momento, a $59.99 per i titoli PS3 e Xbox 360, e $49.99 per Wii. Secondo l'analisi la tendenza al ribasso, che si era già ipotizzata tempo fa, è dovuta a diversi fattori: ci sono sempre più titoli con prezzi inferiori a quello medio, i costi di sviluppo si riducono, e aumenta la concorrenza.

game-shop
Un negozio di videogames, futuro paradiso del discount?

Altro elemento importante è la crescita del pubblico. Se l'utile per pezzo si riduce, è vero anche che la riduzione dei prezzi, anche dell'hardware, attira sempre più nuovi giocatori, pronti a versare contante fresco nelle casse di editori e produttori.

Certo, è vero anche, però, che non sono molti i titoli a generare utili, e se questo numero si restringe ulteriormente, molti titoli potrebbero non vedere mai la luce. In altre parole, da una parte non si può che celebrare un fatto che, a lungo termine, rappresenta un vantaggio per i consumatori.

Dall'altra, però, viene da pensare che gli editori decideranno di selezionare con una cura ancora maggiore, per non dire spietatezza, i titoli da pubblicare. E questa politica potrebbe portare, come spesso accade, ad un predominio dei sequel sui nuovi titoli.