Il Kindle Fire HD si arrende con un hacking a tempo di record

Un utente di Xda-Developers è riuscito a ottenere i permessi di root sul Kindle Fire HD. Altri volenterosi smanettoni si sono impegnati per creare una guida e video su come eseguire la procedura di sblocco.

Il Kindle Fire HD è stato "hackerato", nonostante proprio ieri si avanzavano dubbi sulla fattibilità della cosa. Un utente di Xda-Developers è riuscito a ottenere i premessi di root, per la gioia degli smanettoni e un po' meno per quella di Amazon.

Ieri sembrava che il bootloader fosse a prova di hack, ma l'utente sparkym3 del noto forum è riuscito a superare questa barriera. L'utente è già famoso tra gli appassionati per aver scoperto un exploit sul Transformer Prime e il nuovo risultato si basa proprio sul questo suo precedente lavoro.

Reverendkjr, un altro utente di Xda, ha realizzato un video di 15 minuti che spiega il procedimento per sbloccare il tablet Amazon. Tra i requisiti essenziali è presente l'Android Debug Bridge (ADB), i relativi driver per il Kindle Fire HD e un pacchetto per ottenere i permessi di root.

Il Bootloader è ora aperto, cooked ROM in arrivo - Clicca per ingrandire

Molto probabilmente Amazon non è felice del successo degli utenti di Xda, sorprattutto perché è quasi sicuro che spunteranno cooked ROM o altre modifiche al suo tablet, che lo renderanno più aperto, simile a una vera e propria versione "standard" di Android e soprattuto lo slegheranno dai servizi Amazon. Se siete interessati a procedere con lo sblocco del vostro Kindle Fire (non appena arriverà in Italia) potete seguire la procedura illustrata a questo indirizzo.