Immortalità e transumanesimo sono il futuro dell'umanità?

La scala di Schild è un libro molto interessante che tratteggia un futuro per l'umanità molto diverso da quello che potremmo immaginare. Un concentrato di fisica, transumanesimo e fantascienza che appassiona e fa riflettere.

Ho deciso di chiudere l'anno della rubrica dei libri calando un "pezzo da novanta" dedicato agli appassionati di scienza e fantascienza, e ai molti lettori che hanno nozioni di fisica. Parlo de "La scala di Schild", un romanzo del particolare genere "hard sci-fi" scritto dall'australiano Greg Egan, uno degli autori scientifici contemporanei meglio preparati.

Per chi non lo conoscesse, Egan è celebre perché i suoi libri richiedono una preparazione scientifica che non perdona chi non è preparato, anche se comunque non serve avere un dottorato. La scala di Schild non è differente, anzi, presenta passaggi spinosi fin dall'inizio per chi è a digiuno di meccanica quantistica.

Scala di Schild JPG

Mi rendo conto che sia uno svantaggio per molti, ma lo vedo anche come un'occasione per rispolverare le proprie conoscenze e per documentarsi, anche seguendo le note scientifiche che lo stesso autore ha messo online sul suo sito (in inglese).

Ve lo propongo perché è l'unione fra la parte scientifica che ho trattato con i libri proposti quest'anno e la parte più light della rubrica, la narrativa. In più propone una risposta a tutti coloro che si interrogano sul futuro dell'umanità, sugli esiti dell'esplorazione spaziale e sul ruolo che giocherà la tecnologia in un lontano futuro.

Oltre alla fisica infatti questo libro è intriso di implicazioni filosofiche, sociali e morali. Mette davanti al lettore società evolute grazie agli sviluppi tecnologici, culture molto distanti dalla nostra con strutture sociali in cui a volte è difficile destreggiarsi per quanto sono lontane da quello che conosciamo. Il tutto può essere verosimile, nella misura in cui non è da escludere che da qui a qualche millennio ci possano essere sviluppi capaci di comporre un puzzle come quello proposto da Egan.

Troviamo quindi una buona dose di transumanesimo, con esseri umani che hanno acquisito la capacità di rendersi indipendenti dalle strutture corporee, una sostanziale immortalità, nuovi tessuti sociali e sistemi di rapportarsi, che nell'ampio crogiolo di razze e universi che descrive Egan convivono, non senza contrasti socio politici affini a quelli attuali. Un mix interessante che incuriosisce e apre la porta a riflessioni e interrogativi su moltissimi argomenti: è questo il futuro dell'umanità? A voi la risposta.

La scala di Schild
eBook Kindle eBook Kindle
eBook formato ePUB eBook formato ePUB
hoepli

Auguro ai lettori di questa rubrica buon anno, e vi rinnovo l'appuntamento al 7 gennaio, con il primo libro del 2016 che (prometto) sarà una lettura più rilassata.

Per vedere tutti gli altri libri recensiti in questa rubrica fate clic qui.