Inno 3D mette un dissipatore smontabile sulla GTX 680

La GeForce GTX 680 di Inno 3D non si distingue per le frequenze, ma per la presenza di un dissipatore facile da smontare e pulire. Una scelta insolita, che tuttavia potrebbe piacere a molti consumatori.

Al Computex di Taiwan Inno3D ha mostrato alcune schede video dotate di dissipatore i-Chill. La novità, non rivoluzionaria, consiste in un dissipatore facile da smontare per le operazioni di pulizia. Come potete vedere dalle immagini si può staccare la ventola senza troppo impegno.

Inno 3D produce due versioni della GTX 680, una con un dissipatore a tre ventole e una solo con due. A molti lettori potrebbe sembrare una cosa da poco, ma non si può trascurare il fatto che in molti casi il computer tende a surriscaldarsi proprio per la polvere e la sporcizia che si accumulano all'interno del case. A volte pulire è semplice, altre un vero incubo. Questa trovata si dirige quindi a utenti con esigenze particolari, e potrebbe trovare un proprio mercato.

Inno 3D i-Chill

C'è poi l'Accelero Hybrid, progettato e realizzato da Arctic Cooling ma che l'azienda usa per una sua proposta, che si chiama proprio i-Chill GTX 680 Accelero Hybrid. In questo caso abbiamo un radiatore con ventola da 120 mm (da 400 a 1350 RPM) agganciato a un dissipatore dotato di una ventola da 80 millimetri (da 900 a 2000 RPM) che si occupa di raffreddare i componenti sul PCB della scheda (memoria e regolatori di tensione), mentre il waterblock in rame è a contatto diretto con la GPU.

Inno 3D decide quindi di puntare sull'efficacia della dissipazione piuttosto che sulle frequenze e sulla potenza grafica bruta. Una scelta che pagherà?