iPhone 5 in gomma e alluminio, un progetto tutto nuovo

Indiscrezioni sul prossimo iPhone parlano di una scocca posteriore in alluminio e l'uso di un materiale plastico, forse gomma, per fare da raccordo con il vetro anteriore e proteggere alcune parti sensibili come le antenne. L'uscita sarebbe prevista per l'autunno, a un anno dal modello 4S.

Come sarà l'iPhone di prossima generazione? In tanti se lo chiedono e tutti si aspettano qualcosa di veramente nuovo. Come abbiamo scritto nella recensione (iPhone 4S, uno sfizio per chi ha l'iPhone 4, una piccola rivoluzione per tutti gli altri), l'ultimo terminale di casa Apple è un mero aggiornamento dell'iPhone 4, uscito per giunta dopo oltre un anno.

È lecito quindi aspettarsi qualcosa di più per l'iPhone 5, a partire da un design se non completamente rinnovato, almeno rivisto in molti dettagli. Stando a indiscrezioni del sito Boy Genius Report, il prossimo Melafonino arriverà a ottobre del prossimo anno, nello stesso periodo in cui è stato presentato il 4S. L'aspetto sarà rivisto in modo sostanziale, con l'uso di gomma o materiale plastico, simile a quello adottato per i bumper (i case protettivi in voga), "all'interno del nuovo case".

"Questo materiale sarà usato come cornice attorno al bordo anteriore e servirà per due scopi. Unirà la facciata in vetro del telefono con la nuova scocca posteriore in alluminio e servirà anche come copertura per un sistema di antenne rinnovato attorno al dispositivo, permettendo ad Apple di realizzare la parte posteriore senza dover usare un grande inserto in plastica sopra le antenne come con l'iPad 2 Wi-Fi + 3G", scrive BGR.

Non è chiaro se ci sarà il tanto atteso passaggio dai 3,5 ai 4 pollici, ma le indiscrezioni in tal senso non mancano e anche i dubbi su come Apple affronterà la transizione, perché probabilmente ci sarà anche un cambio di risoluzione che imporrà agli sviluppatori di modificare le proprie applicazioni. D'altronde si dice che Steve Jobs mise il veto sul passaggio ai 4 pollici, in modo da evitare la frammentazione.

Tra le altre ipotesi che circolano c'è quella del classico aggiornamento hardware, con il passaggio a un chip A6 a 28 nanometri, probabilmente quad-core (per cui speriamo anche in una nuova batteria!). Sul fronte della fotocamera tutto tace, ed è probabile che non ci saranno novità dopo il passaggio al sensore Sony da 8 megapixel.