Mobile Word Congress Barcellona 2016

iPhone con ologrammi alla Star Wars un po' più concreti

Uno schermo che può proiettare immagini 3D, e che possiamo manipolare direttamente con le mani o con altri oggetti. Uno smartphone che può analizzare i volti e trasmetterli con lo stesso metodo. Unendo i brevetti Apple e le società acquistate di recente, appare un quadro futuristico.

Apple ha registrato un brevetto che descrive la possibilità d'interagire con uno schermo senza toccarlo. Grazie all'uso di fotodiodi e LED a infrarossi, sarebbe possibile muovere le dita in prossimità dello schermo, senza contatto, per usare il software.

Questa possibilità si andrebbe ad aggiungere al touchscreen che già conosciamo e al 3D Touch, espandendo ulteriormente le possibilità offerte dall'interfaccia di iOS e OS X. Verosimilmente, Apple sta sfruttando le tecnologie di PrimeSense, società israeliana che contribuì a creare il Microsoft Kinect e che fu comprata da Apple per 345 milioni di dollari nel 2013.  

apple iphone hover gestures patent 2

L'idea proposta da Apple unisce la tecnologia citata con una superficie capacitiva, il touchscreen o il touchpad del notebook, per tracciare con maggiore precisione i movimenti della mano. Per chi lo conosce, si può immaginare una versione evoluta del già ottimo Leap 3D di Leap Motion.

Oltre alle mani dell'utente, inoltre, sarebbe possibile riconoscere e seguire anche altri oggetti - una possibilità che suggerisce lo nascita di una nuova categoria di applicazioni. Sarebbe sicuramente possibile anche un ulteriore livello di interazione, come è già accaduto con il 3D Touch.

Questo brevetto difficilmente arriverà sui dispositivi in tempi brevi, anzi potrebbe anche non succedere mai. Comunque si è già visto qualcosa di simile: nel mondo Android qualcuno aveva proposto soluzioni simili (per esempio sul Galaxy S4).

Ciò che potrebbe risultare nuovo, invece, è l'unione di questa tecnologia con la proiezione olografica. Apple infatti sta lavorando anche a questa tecnologia, come abbiamo visto lo scorso dicembre. Uno schermo che può proiettare immagini tridimensionali e registrare i movimenti della mano potrebbe significare un grande cambiamento.

15768 12236 160202 Hover 2 l

Non è difficile, infatti, immaginare uno smartphone che proietta un oggetto 3D e che ci permette allo stesso tempo di manipolarlo. Si potrebbe applicare nei videogiochi, nella progettazione 3D, nell'interazione tra persone.

Apple inoltre di recente ha comprato anche Faceshift, società specializzata nella cattura dei movimenti, del volto in particolare. Insieme alle tecnologie descritte sopra, potrebbe aiutare a dare una nuova definizione alla videochiamata, con un'interazione a distanza quasi fantascientifica. In ogni caso per ora non possiamo che immaginare e speculare, perché dovremo attendere ancora parecchio prima di vedere qualcosa di concreto.