Iscrivereste vostro figlio alla scuola di Elon Musk?

La scuola di Elon Musk rivoluziona i principi della didattica tradizionale: secondo voi è un bene o un male?

In Italia siamo in pieno periodo di iscrizione a scuola: registrazione sul sito della pubblica istruzione e, soprattutto, scelta dell'istituto migliore per gli allievi di tutti i gradi d'istruzione. Le opzioni sono molte. Fossimo in California, invece, potremmo anche tentare di iscrivere i pargoli alla scuola Ad Astra, una delle più prestigiose ed esclusive degli Stati Uniti.

AdAstra JPG

Il suo nome ha avuto ampia eco online perché stata aperta da Elon Musk, il patron di Tesla e SpaceX, e può ospitare solo 20 alunni, fra cui i suoi cinque figli. L'aspetto interessante di questo istituto non è tanto questo, quanto la filosofia ambientale e d'insegnamento che propone, che è molto distante dal nostro modello educativo.

Prima di tutto Musk ha messo in soffitta l'idea che bambini di età diversa debbano essere divisi in classi diverse, e li ha messi tutti insieme. Il primo motivo è che così facendo l'ambiente in cui i bambini vengono inseriti è più simile a quello della vita reale, in secondo luogo perché i bambini più piccoli possono imparare dai più grandi per imitazione. L'idea per la verità è già proposta anche in Italia da molte scuole materne come per esempio quella di mia figlia, ma alle elementari non si è mai vista una cosa simile.

Se state pensando che i "grandi" sarebbero penalizzati nell'insegnamento siete in errore, perché ciascun alunno seguirà un programma personalizzato.

2CB9C07B00000578 3247968 Elon Musk has started a secretive school for his five sons and 1 a 2 1443134376170

L'altro colpo di genio di Musk è cestinare il metodo d'insegnamento basato sui programmi ministeriali, introducendo al suo posto il learning by doing: si stabiliscono obiettivi concreti (per esempio la costruzione di un oggetto) e si svolgono tutti i passaggi intermedi per raggiungerli, risolvendo i problemi che si presentano di volta in volta e apprendendo tutte le nozioni teoriche e pratiche che servono allo scopo.

Musk ha spiegato che "alcune persone amano le lingue, altre la matematica o la musica e hanno diverse abilità in tempi diversi. Per fare formazione ha più senso soddisfare le attitudini e le capacità di ciascuno". Per dirla alla Elon Musk, l'importante è "insegnare mediante la soluzione dei problemi […]". Ha spiegato che l'approccio tradizionale per insegnare a conoscere i motori sarebbe quello di fare corsi specifici sugli strumenti da usare: uno sui cacciaviti, uno sulle chiavi inglesi; ma secondo Musk così facendo è molto difficile spiegare i concetti. Basta far vedere il motore e chiedere agli alunni di smontarlo. A quel punto accadrà una cosa molto importante: capiranno immediatamente l'importanza degli strumenti e come si usano".

Poco importa che sia in corso il secondo anno scolastico di Ad Astra. L'importante è la filosofia di base: cosa ne pensate di queste idee, credete che questa potrebbe essere la direzione da seguire in un'eventuale riforma del sistema scolastico?