Japan Display OLED dal 2018, per fornire Apple?

Japan Display ha confermato che dal 2018 avvierà la produzione di pannelli OLED. Possibile la fornitura a Apple.

Japan Display, il consorzio formato da Sony, Toshiba e Hitachi, ha annunciato che dal 2018 inizierà a produrre pannelli OLED. Secondo indiscrezioni questa mossa potrebbe essere dovuta alle speculazioni che vorrebbero Apple intenzionata a passare agli schermi AMOLED – gli stessi montati dal concorrente Samsung. Il colosso californiano probabilmente preferirebbe un fornitore giapponese invece delle coreane Samsung e LG; per altro acquista già da Japan Display un cospicuo numero di pannelli LCD.

OLED
La magia OLED

"Ci avvantaggeremo della nostra tecnologia avanzata TFT nello sviluppo degli schermi OLED", ha dichiarato Akio Takimoto, capo del centro ricerca di Japan Display. La partita si fa più complessa se si considera che proprio in questi giorni si sta concretizzando un assalto a Sharp, da tempo in gravi difficoltà finanziarie e quindi a rischio di acquisizione.

Foxconn ha offerto 5,3 miliardi di dollari e Innovation Network Corporation of Japan (INCJ), un fondo strategico che detiene una quota importante di Japan Display, sembrerebbe essere intenzionata a entrare nella competizione. Insomma, il mercato dei pannelli LCD e OLED è in fibrillazione.

JDI nel 2015 ha presentato un prototipo di OLED flessibile da 5,2 pollici con risoluzione Full HD (423 PPI) e architettura WRGB (white-OLED with color filters). E non si può neanche dimenticare che dal 2014, con il marchio JOLED (Japan OLED), è impegnata con Sony e Panasonic nello sviluppo di OLED per tablet e portatili. Nell'agosto scorso si è parlato persino di un nuovo stabilimento dedicato che richiederà un investimento di 161 milioni di dollari.